Gagliano - Asta per l'ex scuola materna

Ospiterà un centro per disabili

GAGLIANO IL PREZZO INIZIALE È DI 370MILA EURO. LE DOMANDE DEVONO PERVENIRE ENTRO IL 21 SET TEMBRE


All’asta l’ex scuola materna ospiterà un centro per disabili


G AG L I A N O. Ritorna all’asta l’ex scuola materna, e diventerà una struttura socio-assistenziale. Dopo un primo bando andato deserto nei mesi scorsi, il dirigente del settore pianificazione territoriale, Pierluigi Cannazza, ha predisposto una nuova asta che prevede la presentazione di offerte al rialzo su un importo di 370 mila euro.
   L’immobile, che un tempo era stato destinato ad accogliere gli alunni della scuola materna ma che è sempre rimasto allo stato grezzo perché mai entrato in funzione, si trova su via Roma nelle vicinanze della sede municipale. Esteso su una superficie di circa 2300 metri quadrati, a cui sono stati aggiunti altri 1300 metri quadrati di terreno, la sua destinazione dovrà essere quella di centro socio-assistenziale. Nelle scorse settimane fu la stessa Agenzia del territorio a redigere una perizia di stima dopo un sopralluogo.
   Il fabbricato è provvisto di un piano seminterrato con rampa di accesso in piazzetta del Gesù, un garage e il piano rialzato. Le offerte di quanti vorranno aggiudicarselo dovranno essere depositate in municipio entro il 21 settembre prossimo. Sarà poi una commissione a valutarle, composta dal dirigente del settore urbanistica, dal suo collega dirigente del settore ragioneria, da un funzionario tecnico e uno amministrativo. Potranno partecipare alla gara le società o cooperative che si occupano di gestione di strutture socio-assistenziali da almeno cinque anni e che abbiano nel proprio organico una figura professionale con responsabilità gestionale nella stessa area di intervento. Un primo tentativo di mettere sul mercato la struttura, costruita in pieno centro abitato di fronte alla villa comunale “Aldo Moro”, si era registrato a marzo. All’epoca la base d’asta partiva da 337 mila euro ma non era compreso il lotto di terreno come in questo secondo tentativo.

Pubblicato il 27/08/2009


Condividi: