Cicloamici Lecce - Escursione domenica 10 luglio 2011

Alle colonne romane di Torre Chianca e Isola della Malva

Brevettata sulle stradine secondarie del nostro Salento, la formula “Una pedalata, un tuffo” è la ricetta dei Cicloamici Lecce per affrontare i primi caldi preagostani, senza privarsi di splendidi paesaggi, frutti di stagione, chicche di storia e leggende della nostra tradizione.
Ecco la nostra iniziativaa per il prossimo fine settimana.
Cicloescursione
Alle colonne romane di Torre Chianca e Isola della Malva
Domenica 10 luglio 2011
Jonio eccoci!!! Prima destinazione: Torre Chianca, località costiera inclusa nell’area Marina Protetta di Porto Cesareo. Il percorso si svolgerà dalla Valle della Cupa alla Terra di Arneo, tra vasti appezzamenti di vigneti e uliveti, su strade poderali. Attraverseremo gli agri di Arnesano, Carmiano, Leverano, Veglie e Nardò pedalando in un’antica zona palustre sottoposta a bonifica fin dal tardo ‘800, e oggiAggiungi un appuntamento per oggi attraversata da canali scavati per favorire il deflusso delle acque piovane nelle vore. La meta è importante ma anche il tragitto, dove vedremo una curiosa abitazione con numerosi orologi esterni e visiteremo la bellissima Masseria Trappeto (XVI-XVII sec. d.C.) che rappresenta un vero simbolo dell’architettura rurale fortificata nel Salento per la sua imponenza e le ricche decorazioni che le conferiscono un aspetto gentilizio. Originale è la collocazione del trappeto epigeo posto alla base della torre. Singolare è anche il camminamento di ronda lungo il muro perimetrale esterno. Particolarmente interessante è la torre colombaia a base quadrata. Purtroppo il complesso masserizio versa in uno stato di abbandono e meriterebbe maggiore tutela da parte dalle istituzioni.
Eccoci a Torre Chianca con la sua torre costiera detta anche di Santo Stefano (XVI sec. d.C.) eretta dagli spagnoli a difesa del territorio dalle incursioni dei pirati Saraceni. Si tratta di una delle più grandi del Salento. Nella seconda guerra mondiale fu utilizzata dal Regio Esercito Italiano come postazione di artiglieria, e dopo l’armistizio divenne un bersaglio per l’addestramento dei piloti tedeschi che lanciarono bombe di cemento dai cacciabombardieri Stuka di base a Leverano (Le). Sono ancora visibili le ammaccature causate da questi bombardamenti, ed è un vero miracolo che la fortificazione sia giunta quasi intatta ai nostri giorni. Tracce dei bombardamenti sono visibili anche nell’antistante Isola della Malva, così chiamata per la presenza di malva arborea (Lavatera arborea). Vale la pena farsi una camminata in acqua per godersi l’incantevole spiaggetta. Come vale la pena immergersi vicino alla riva per ammirare le Colonne Romane (II-III sec. d.C.). Silenziose sul fondale cinque delle sette colonne originarie, ed un grande blocco marmoreo squadrato. Parallele , affiancate affiancate l’una all’altra in direzione della via navigabile verso l’insenatura di “Scalo di Furno”, vittime forse di un naufragio.
Raduno e partenza: a Porta Rudiae ore 8:15; (chi volesse, può raggiungerci a Torre Chianca- P.to Cesareo- ore 12,00 nei pressi delle Colonne Romane);
Rientro: nel tardo pomeriggio
Percorso: di circa 62 km e di alta difficoltà per le strade assolate, la facilità di foratura, distanza e strade sterrate (circa il 40% del percorso);
Bici consigliate: trekking o mountain bike;
Quota di iscrizione: 5 €uro a fini assicurativi (per non soci);
Dotazioni: acqua, pranzo a sacco, luci efficienti, accessori anti foratura, gilet ad alta visibilità, caschetto; per una migliore esplorazione delle Colonne Romane si cosiglia la maschera e pinne da sub, costume e asciugamano da mare, crema solare;
Info & Capogita: Annarita Grasso - Massimo Di Giulio - cell. 329 3425253


__________________________
Baci & Bici dai Cicloamici
Giusi Urso
Addetto Stampa
FIAB Cicloamici Lecce O.d.V.
fuffa999@gmail.com
cell. 3288762092
www.cicloamicilecce.org
Fatti Contaminare dalla Voglia di Pedalare!
http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=153474100704
"... quando vedrete passare un ciclista trasognato, non fidatevi del suo aspetto inoffensivo e bonario: sta preparando la conquista del mondo." Didier Tronchet
 

Pubblicato il 06/07/2011


Condividi: