Passione GialloRossa - Il Lecce sfiora la vittoria

A cura di Eugenio Losavio

Lecce - Monza 0 - 0

 

Per la diciassettesima giornata del girone di andata del Campionato di Serie B, il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare il Monza. Arbitra l’incontro Marinelli di Tivoli, coadiuvato dagli assistenti Perrotti e Raspolini. Il Quarto Uomo è Camplone di Pescara.

Le formazioni  Corini conferma il 4-3-1-2 cin Gabriel tra i pali, Adjapong, Dermaku, Meccariello e Zuta in difesa; Henderson, Tachtsidis e Paganini in mediana; capitan Mancosu alle spalle di Coda e Stepinski.

Brocchi oppone il 4-3-3: Di Gregorio tra i pali, l’ex Donati, Bellusci, Bettella e Carlos Augusto in difesa; Frattesi, Barberis e Barillà a centrocampo; D’Errico, Gytkjaer e Boateng nel reparto avanzato.

Primo tempo  Al 10°, sul cross di Donati, colpo di testa di Barillà che non inquadra lo specchio. Al 15°, Mancosu prova a sorprendere fuori dai pali Di Gregorio ma la sfera termina fuori. Tre minuti dopo, mister Corini è costretto ad operare la prima sostituzione inserendo Majer al posto dell’infortunato Paganini. Al 43°, l’estremo difensore biancorosso anticipa in uscita bassa Coda. Al primo dei 3’ di recupero, Zuta di testa manda fuori. Scoccato il 48°, l’arbitro manda le due squadre a bere un the caldo.

Secondo tempo  Al 61°, Listkowski subentra ad Henderson. Quattro minuti dopo, la girata al volo di Boateng non sortisce gli effetti sperati. Al 68°, Tachtsidis serve Coda che manca all’appuntamento con la sfera per pochi centimetri. Al 78°, Bjorkengren rileva Stepinski. All’84°, Gytkjaer viene anticipato all’ultimo momento da Meccariello. Al 90°, il Monza rimane in dieci uomini per l’espulsione di Bellusci per un’entrataccia ai danni di Tachtsidis. Al penultimo minuto di recupero, il Lecce ha la più ghiotta occasione per vincere ma Dermaku manda di poco a lato. Dopo 5’, Marinelli dichiara la fine delle ostilità.

Conclusioni  Lecce e Monza non si fanno male. Nella prima frazione non ci sono state clamorose occasioni. L’unico sussulto è stato il colpo di testa di Zuta. Nella seconda parte, lo scenario non è cambiato ed ancora una volta è stata la squadra di Corini, sul tramonto della gara, ad andare ad un passo dalla vittoria. Resta il rammarico per non aver approfittato della superiorità numerica. Un pareggio giusto, anche se a livello di classifica serve a poco. Un punto, comunque, che dà morale per il prosieguo della stagione anche perché ottenuto contro una diretta concorrente. In graduatoria, i lupi giallorossi salgono a 26;  i brianzoli, invece, raggiungono quota 30. Nel prossimo turno, alla ripresa del campionato, i salentini affronteranno in trasferta la Reggina sabato 16 gennaio alle 16; i lombardi ospiteranno il Cosenza lo stesso giorno ma alle 14.

E. Losavio    

Pubblicato il 07/01/2021


Condividi: