Lecce, la luce in fondo al tunnel

Lecce - Lazio

A cura di Eugenio Losavio

Per la dodicesima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie A, il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare la Lazio. Arbitra l’incontro Maresca di Napoli, coadiuvato dagli assistenti Costanzo e Vivenzi. Il Quarto Uomo è Illuzzi di Molfetta; VAR, Abisso di Palermo; AVAR, Fiorito di Salerno.

Le formazioni  Liverani schiera il 4-3-2-1 con Gabriel tra i pali, Donati, Lucioni, Paz e Calderoni in difesa; capitan Mancosu, Petriccione e Barak in mediana; Falco e Saponara in sostegno dell’unica punta Babacar.

Simone Inzaghi oppone il 3-5-2: Strakosha tra i pali, Patric, Acerbi e Radu in difesa; Lazzari, Parolo, Leiva, Luis Alberto e Joni a centrocampo; Immobile e Caicedo nel reparto avanzato.

Primo tempo  Al 3°, i padroni di casa vanno in gol con Mancosu con una conclusione che supera Strakosha. L’arbitro, dopo il richiamo del VAR, annulla per fallo di mano del giocatore. Due minuti dopo, gli ospiti sbloccano il risultato con Caicedo che ribadisce in rete la corta respinta di Gabriel sul tentativo di Parolo. Al 16°, il Lecce flirta con il pareggio: sugli sviluppi di un corner, la sfera arriva a Calderoni che con un pallonetto manda alto di poco sulla traversa. Al 24°, Immobile, a tu per tu con il portiere brasiliano, si lascia ipnotizzare da quest’ultimo. Al 30°, il Lecce pareggia i conti con il colpo di testa di Babacar sul cross morbido di Falco. Al 5° minuto di recupero, i padroni di casa potrebbero completare la rimonta con il calcio di rigore di Mancosu: questa volta, il capitano manda alto. Il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi.

Secondo tempo  Al 47°, il Lecce passa in vantaggio con il colpo di testa di Lucioni. Tre minuti dopo, Gabriel sbaglia l’uscita e Milinkovic – Savic (subentrato ad inizio ripresa al posto di Leiva), per poco, non ne approfitta. Al 52°, mister Liverani inserisce Majer al posto di Babacar che accusa una noia muscolare. Al 59°, Farias rileva Saponara ed al 72°, Deiola e Rispoli subentrano rispettivamente di Petriccione e Falco. Al 75°, sul cross basso di Farias, Mancosu tocca sotto porta: Strakosha respinge di piede e Majer non ci arriva per poco. All’86°, sul colpo di testa ravvicinato di Adekanye (entrato al posto di Lazzari), l’estremo difensore giallorosso si oppone con un grande intervento. Al 3° minuto di recupero, la Lazio rimane in inferiorità numerica per l’espulsione diretta di Patric, reo di un morso al braccio di Donati. Al 98°, l’estremo difensore brasiliano compie un miracolo sul colpo di testa di Milinkovic – Savic. Maresca dichiara la fine delle ostilità.

Conclusioni  Dopo quattro sconfitte consecutive (sei se vengono prese in considerazione anche le gare prima del lockdown), il Lecce conquista l’intera posta in palio. La squadra giallorossa, a differenza della gara con il Sassuolo, ha avuto un buon approccio alla gara. Mancosu ha realizzato subito il gol del vantaggio, ma la sua gioia è durata poco. A sbloccare il risultato, invece, è stata la Lazio. I padroni di casa hanno subito reagito e Calderoni ha avuto l’occasione buona per pareggiare. Con il passare dei minuti, la compagine giallorossa ha acquistato coraggio ed ha trovato la rete con Babacar. Nella ripresa, Lucioni ha completato la rimonta. Da quel momento in poi, c’è stata grande sofferenza, ma alla fine i tre punti sono arrivati. E’ stata una prova di forza ed è emersa la compattezza del gruppo. E’ stata una vittoria importantissima perché dà fiducia all’ambiente, apparso sfiduciato dopo le ultime prestazioni. Come si è evinto dalla cronaca, il migliore in campo è stato l’estremo difensore giallorosso. Dopo l’errore iniziale, si è riscattato con grandi interventi salva risultato. In classifica, il Lecce sale a 28 e conquista la quart’ultima posizione che gli permette di tirarsi fuori dalla zona rossa, la Lazio rimane a 68 (-7 dalla Juventus). Nel prossimo turno, i salentini affronteranno in trasferta il Cagliari domenica 12 alle 19 : 30; gli “aquilotti” ospiteranno il Sassuolo sabato 11 alle 17 : 15.

E. Losavio

Pubblicato il 13/07/2020


Condividi: