Naked truth: album d’esordio per la band salentina Yuts and culture tra ritmi in levare, funk, soul, r'n'b

NEI NOVE BRANI – OTTO INEDITI E LA RILETTURA DI SOUL ALMIGHTY DI BOB MARLEY

Radici nella black music e sguardo verso il futuro: Naked Truth è l’esordio discografico della band salentina Yuts and culture. Nata originariamente come band reggae roots, con il passare del tempo, la formazione subisce una inevitabile contaminazione di stili. I classici ritmi in levare si mescolano a funk, soul, r’n’b, nella tipica concezione anni settanta ma senza rinunciare alla modernità. L’obiettivo del progetto Yuts and culture è quello di creare una musica autentica, sincera, spirituale, in grado di trasmettere un sentimento di empatia nell’ascoltatore attraverso una continua ricerca della melodia. Dopo la pubblicazione su Reggaeville dei singoli Rich e Naked Truth, la band esordisce ufficialmente con questo album composto da otto inediti e dalla cover di “Soul Almighty”, brano di Bob Marley, riletto in stile funk.

Naked Truth è stato scritto, arrangiato e suonato da Diego Martino (batteria), Pierpaolo Polo (basso elettrico), Alberto Zacà (chitarra), Daniele Arnone (tastiere), Kalad Marra (tastiere), Angelo de Grisantis (percussioni) e Vincenzo Baldassarre (voce). Nel disco - registrato e missato a Brindisi da Paolo Montinaro e masterizzato da Francesco Guadalupi – la band è affiancata, nei vari brani, da Feliciano Montagna (batteria), Carlo Gioia (sax baritono, sax contralto, flauto), Emanuele Coluccia (sax tenore, sax contralto, corno, tromba, flauto), Alessandro Dell’Anna (tromba), Alessandro Cataldi (sax tenore), Giancarlo Dell’Anna (tromba), Tiberio Pati (percussioni), Kykah (voce). La copertina, le grafiche e il videoclip animato del brano “Rich” sono opera di Alessandro Cataldi in arte Jericho K.art.


 Ascolta il disco su Spotify e Youtube


 

 

 

Pubblicato il 19/05/2020


Condividi: