TEATRO COMUNALE DI NARDÒ: RESIDENZE A TEATRO “Storia dell’occhio” Astragali Teatro - mercoledì 17 marzo ore 19; “Fragile” TerramMare Teatro (primo studio per una residenza)

Astragali Teatro 

Mercoledì 17 Marzo ore 19

APPUNTAMENTI IN STREAMING sul canale Youtube TERRAMMARE TEATRO

TEATRO COMUNALE DI NARDÒ

presenta

RESIDENZE A TEATRO

“Storia dell’occhio”

Astragali Teatro

Mercoledì 17 Marzo ore 19

“Fragile”

TerramMare Teatro

(primo studio per una residenza)

Giovedì 18 Marzo ore 19

 

APPUNTAMENTI IN STREAMING sul canale Youtube TERRAMMARE TEATRO

Il link per accedere: https://www.youtube.com/channel/UCfv8cK0KMoPsov-LL2UvzGg

 

Per ovviare all’assenza di arte dal vivo, imposta per contenere la diffusione del virus, la compagnia TerramMare Teatro in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Nardò offre la possibilità di assistere a quattro spettacoli di residenze teatrali.

Si parte mercoledì 17 marzo con “Storia dell’Occhio” di Astragali Teatro e giovedì 18 marzo con “Fragile” (primo studio per una residenza) della compagnia padrona di casa, TerramMare Teatro: entrambi gli appuntamenti saranno trasmessi in streaming alle ore 19 sul canale Youtube “Terrammare Teatro”

“Quando “siamo a Teatro” e calchiamo la scena o sediamo in platea, possiamo allontanarci dai nostri suoni, immagini e odori per partecipare ad un viaggio, avvolti da una cornice di buio e silenzio, mai soli, predisposti all’avventura… - afferma Siliva Civilla, direttrice del Teatro Comunale di Nardò -. Il Teatro “in streaming” è un ripiego dovuto alla “distanza sociale” che ci impone la pandemia. Non ci illudiamo che sia la stessa cosa, ovviamente, ma crediamo che possa essere utile a tenerci vicini, a sentirci ancora disponibili, quasi in ‘prima fila’”.

STORIA DELL’OCCHIO

Una produzione di Astragali Teatro

(Primo studio per una residenza)

Regia: Fabio Tolledi

In scena: Fabio Tolledi (voce) e Mauro Tre (piano)

Distribuzione: Cosimo Guarini

Organizzazione: Ivano Gorgoni

Storia dell’occhio è un recital teatrale per attore e musicista, un percorso attraverso la poesia europea del ‘900, dedicato a Georges Bataille.

Suono, musica e poesia si intrecciano, tessono trame nel corpo, nella voce.

Georges Bataille ne “L’erotismo” definisce la poesia come “il mare che si unisce al cielo”. Abbiamo iniziato questo cammino seguendo le tracce indicate da Bataille per scoprire, ancora una volta, come il suono della poesia possa reinventare il mondo, abitare poeticamente il mondo nella voce che vibra, che trasforma i luoghi.

Ci siamo messi in cammino con le parole di Edmond Jabès, Paul Celan, Rainer Maria Rilke, Vittorio Bodini e molte altre voci che hanno, via via, accompagnato il nostro viaggio.

Storia dell’occhio trova nell’incontro tra scrittura poetica, musica e immagini un nucleo fecondo di suggestioni, coinvolgendo gli spettatori nella scoperta delle parole, che divengono corpo e vita.

I suoni delle voci parlano di una resistenza poetica, di una profonda consapevolezza del fare poetico, della parola che si fa essenza e sostanza del dire. Poesia è il mondo che diviene nostro.

 

FRAGILE

TerramMare Teatro

Testo e Regia: Tino Caspanello

Con: Silvia Civilla, Pietro Pizzuti

Luci: Antonio Apollonio

Riprese video: Michela Casaluce

Maschere e Costumi: Claudia Contin

Un uomo, una donna, palloncini da gonfiare, vestiti da indossare per uno spettacolo di strada. Una piccola fenomenologia, una storia in equilibrio sul filo della quotidianità di una coppia, sorpresa a giocare tra poesia e brevi cortocircuiti esistenziali, che mettono a nudo la fragilità delle nostre relazioni, degli amori e delle vite che tentiamo di vivere.

Artisti di strada, i due, in giro per le piazze, in attesa di un pubblico, di qualche moneta. E proprio durante l’attesa, nella piazza deserta, consumano il rito della loro esistenza fatta di rinunce, giochi, piccoli ricatti e riflessioni sul senso del loro vivere una vita fuori da una misura comune.

Una storia è sempre il pretesto per andare oltre la storia stessa, per rintracciare i legami che ci riportano a contatto con il mondo, per costruirne di nuovi o per capire meglio quelli già strutturati. Una storia non è altro che cercarsi nel mondo e cercarsi nell’altro.

Il teatro, da sempre si trasforma e si reinventa trovando la forza di resistere animato da creatività e passione creando un’occasione di rinascita.

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI IN STREAMING

Domenica 21 Marzo “Kore” Teatro Delle Forche

Lunedi 22 Marzo “Decameron” Compagnia Diaghilev

 

 

 

INFO: tel. 0833.602222 - 0833.571871 - 320.8949518 - 329.3504825

 

Pubblicato il 17/03/2021


Condividi: