SACRIFICIO reading con gli Allievi Attori della Scuola di Teatro per la Giornata della Memoria

27 gennaio 2023 ore 20.30

Saletta del Palazzo Marchesale di Galatone

27 gennaio 2023 ore 20.30

Saletta del Palazzo Marchesale di Galatone

SCUOLA DI TEATRO

Centro di Formazione e Ricerca dell’Attore

SACRIFICO

con gli Allievi Attori della Scuola di Teatro

regia Salvatore Della Villa  

 

“Perché la memoria del male non riesce a cambiare l’umanità?

A che serve la memoria?” (Primo Levi)

 

Continuano le attività di Tracce Creative, all’interno della Saletta del Palazzo Marchesale di Galatone, grazie ai progetti delle politiche giovanili della Regione Puglia, con la misura regionale di di Luoghi Comuni con il progetto ‘Generazioni di Comunità’.

In occasione del Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale proclamata dall'ONU nel 2005 per ricordare tutte le vittime dell'Olocausto, nello stesso giorno in cui le Forze Alleate liberarono Auschwitz dai tedeschi, si celebra e si "ricorda" questo giorno con un reading dedicato. In scena, venerdì 27 gennaio alle ore 20.30, gli Allievi Attori della Scuola di Teatro Centro di Formazione e Ricerca dell’Attore, per la regia di Salvatore Della Villa. Il reading si inerisce all’interno del progetto Madrelingua Naturamadre, uno dei progetti vincitori a livello nazionale del bando ‘Ad Alta Voce 2020’ indetto dal Centro per il Libro e la Lettura.

Decisamente lontano dal "Mai più!", espressione che spesso si sente ripetere a proposito della 'Giornata della memoria', lo spettacolo Sacrificio. Naufragi dell'umanità nasce dalla consapevolezza che la storia, la documentazione e la memoria non siano state, di fatto, in grado di affrancarci dai crimini contro l'umanità. Documentare per anni ciò che è stato indicibilmente orrendo, scabroso e violento al di là di ogni possibile immaginario, eppure storicamente accaduto ad Auschwitz come a Buchenwald, non ha dissuaso né preservato l'uomo dai massacri.

Sacrificio. Naufragi dell'umanità non contempla, pertanto, denuncia o prospettive di fiducia ma si affida all'andamento ondivago del mare. Semplicemente. Lo spettacolo è un fluttuare nel mare dei naufragi dell'umano, ma anche nel mare della memoria che può restituire brandelli di rottami a distanza di anni, come scriveva Primo Levi.

Sacrificio. Naufragi dell'umanità è una scena compatta di musica, documentazione e parola che fa confluire i "brandelli di rottami" del passato nella deriva del presente. E attesta che in ogni testimonianza di sacrificio esiste, ieri come oggi, un elemento di realtà "amplificato" che tiene in vita (attaccarsi a un pianoforte, al gioco in cortile, alla cioccolata), mostrando che la privazione di ogni libertà non uccide l'identità ma la potenzia sempre di più, fino all'ultimo respiro di vita. Sacrificio è la testimonianza di un naufragio, che da un treno per Auschwitz a una zattera per l'Italia, racconta con la musica di un'orchestra e la forza poetica della parola, la memoria della privazione, nel continuo sterminio dell'umanità.

Sacrificio. Naufragi dell'umanità è un gesto teatrale di rispetto, del rispetto che scaturisce da un'atroce memoria non sepolta.

Tanti sono i naufragi dell'umanità. Perdurante il Sacrificio.

SIPARIO ORE 20.30 – PORTA ORE 20.00

Ingresso Gratuito con prenotazione obbligatoria Tracce Creative 338.4960251 – 329.7155894

SALETTA DEL PALAZZO MARCHESALE DI GALATONE –Piazza SS Crocifisso, Galatone

 

 


Pubblicato il 24/01/2023


Condividi: