Canto d'Orfeo per Maggio Salentino con Fabio Tolledi e Oles Ensemble al Convento dei Teatini di Lecce

 

Sabato 5 settembre - ore 20:30
Chiostro Ex Convento dei Teatini
Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria

Sabato 5 settembre (ore 20:30 ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria - manuela.degiorgi@unisalento.it) nel Chiostro dell'ex Convento dei Teatini a Lecce (ingresso via Regina Isabella), il "Canto d'Orfeo" apre la settima edizione del “Maggio Salentino”, quest'anno slittata per ragioni legate all'emergenza sanitaria. Lo spettacolo, con testi del poeta Rainer Maria Rilke e musiche di Antonín Dvořák, Edward Elgar e Samuel Osborne Barber, vedrà sul palco Fabio Tolledi, attore, regista e direttore artistico di Astràgali Teatro, e l'Oles Ensemble (Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento) composto da Ivo Mattioli e Pier Paolo Del Prete (violini), Gianpio Mazzotta (viola), Realino Mazzotta (violoncello) e Giuseppe Capodivento (contrabbasso).

La poesia dello scrittore e intellettuale Rainer Maria Rilke (Praga, 4 dicembre 1875 – Les Planches, 29 dicembre 1926) è costituita da rapide impressioni su cui si innerva una struggente nostalgia di vita su cui incombe la consapevolezza di una prematura dissoluzione. I suoi versi sono ricchi di suggestioni figurative, dettate da una sconvolgente esperienza del visibile. Nelle Elegie Duinesi emerge con forza la figura dell'angelo ed una nuova mistica cosmica, che ignora Dio ma non il divino. Nei Sonetti a Orfeo, si canta la gioia dello sguardo poetico in un'epoca che ha distrutto la poesia. La potenza evocativa di Rilke si innesta in una musicalità sconvolgente. Rilke è uno dei poeti del novecento che ha conosciuto il più grande numero di componimenti musicali sui suoi testi. L'Oles Ensemble proporrà tre composizioni di Antonín Dvořák (Quartetto per Archi n. 12 in fa magg. op. 96 "Americano" / secondo movimento - Lento), Edward Elgar (Serenata per archi op.20) e Samuel Osborne Barber (Adagio).

Pubblicato il 04/09/2020


Condividi: