Da gennaio 2022 a KOREJA ritorna STRADE MAESTRE

 

Fra i nomi in cartellone

 le Albe, Cesar Brie con Antonio Attisani, Marta Cuscunà, Nichi Vendola e Mimmo Borrelli

 

 

Gennaio-Maggio 2022

Cantieri Teatrali Koreja

                        Dopo la prima parte programmata da ottobre a dicembre torna, da gennaio 2022, STRADE MAESTRE, il progetto di Koreja realizzato con il sostegno di Ministero della Cultura, Unione Europea, Regione Puglia Assessorato Cultura, Tutela e sviluppo delle Imprese Culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica; PACT – Polo Arti, Cultura Turismo della Regione Puglia; PiiiL Cultura; Consiglio Regionale della Puglia, Comune di Lecce. Partner Adisu Puglia.

Sul palcoscenico 10 spettacoli che vedranno alternarsi alcuni dei più importanti nomi del teatro contemporaneo, da Le Albe con Ermanna Montanari e Marco Martinelli, a Cesar Brie e Antonio Attisani, da Mimmo Borrelli ad Accademia Perduta Romagna con Carlo Casadio, da Nichi Vendola, al Veejay Populous e Marta Cuscunà, oltre ai 6 appuntamenti domenicali di Teatro in Tasca dedicati alle famiglie.

“Come annunciato ad ottobre -racconta Salvatore Tramacere, direttore di Koreja-  abbiamo programmato il nuovo cartellone di Strade Maestre per il 2022, sperando che tutto vada nel verso giusto. In questi mesi, con grande fatica ma senza abbandonare l’entusiasmo, abbiamo cercato di recuperare la fiducia degli spettatori e costruire un nuovo rapporto col pubblico, che passasse dall’ascolto e dal dialogo, cercando di garantire sempre la massima sicurezza delle repliche e vigilando sul rispetto delle regole nei nostri spazi. Siamo certi, ancora una volta, di aver scelto progetti teatrali e artistici importanti assicurando una proposta diversificata di alto livello, che non si fermi all’evento in se stesso, ma che accompagni lo spettatore “nell’esperienza teatrale” nel suo complesso. Koreja è da sempre un luogo che il pubblico apprezza per le sue qualità culturali, ma anche come agente di trasformazione sociale e strumento di crescita per la collettività. Per questo motivo continuiamo a credere nell’importanza e nel valore di questo tipo di esperienza che passa dalla visione degli spettacoli, dal valore dell’incontro e dello stare insieme, dalla condivisione dei grandi progetti di teatro partecipato”. 

 

 

 


Pubblicato il 03/01/2022


Condividi: