Passione GialloRossa - Lecce, credici fino alla fine!!

a cura di Eugenio Losavio

Passione GialloRossa

Lecce, credici fino alla fine!!

a cura di Eugenio Losavio

Per la Semifinale di andata dei Play – Off,  il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare il Foggia. Arbitra l’incontro Piccinini di Forlì che ha già diretto in tre occasioni i giallorossi (5^ giornata di andata, Lecce – Catania 0 – 0; 4^ giornata di ritorno, Lecce – Martina Franca 3 – 0; 15^ giornata di ritorno, Lecce – Paganese 1 – 0) coadiuvato dagli assistenti Pellegrini e Della Vecchia. Il Quarto Uomo è Ranaldi di Tivoli.

Le formazioni  Braglia schiera il 3-4-3 con Perucchini tra i pali, Alcibiade, Cosenza e Abruzzese in difesa; Lepore, Salvi, capitan Papini e Legittimo a centrocampo; Doumbia, Moscardelli e Liviero nel reparto avanzato.

De Zerbi oppone il 4-2-3-1: Narciso tra i pali, Gerbo, Loiacono, Coletti e l’ex Di Chiara in difesa; Vacca e Agnelli sulla mediana; l’ex Chiricò, Sarno e Riverola in sostegno dell’unica punta Iemmello.

Primo tempo  Gli ospiti partono con il piede giusto e al 3’ passano in vantaggio con Iemmello su assist di Gerbo. Due minuti dopo, il Lecce va vicino al pareggio con una conclusione di Doumbia che fa la barba al palo. Al 6’, i “satanelli” raddoppiano ancora con Iemmello su passaggio di Coletti. Al 21’, mister Braglia corre ai ripari ed opera il primo cambio con l’ingresso di Caturano al posto di Liviero. Al 25’, Lepore conclude al volo senza inquadrare lo specchio. Al 33’, Doumbia e Caturano dialogano. Doudou conclude ma Narciso si oppone; Caturano non ne approfitta e da pochi passi manda alto. Al 37’, i padroni di casa dimezzano lo svantaggio con Moscardelli su un perfetto cross del franco – maliano. La gioia dura poco. Al 41’, i Dauni triplicano le loro marcature con Sarno dopo un dialogo con Iemmello. Al 43’, il Mosca va vicino alla sua doppietta personale ma questa volta il colpo di testa termina sul palo. Dopo 1’ di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.

Secondo tempo  Al 55’, un’altra occasione capita a Moscardelli. Su un cross di Doumbia, l’attaccante in rovesciata manda di poco fuori. Al 60’, secondo cambio in casa giallorossa con l’ingresso di Surraco al posto di Alcibiade. Al 70’, Narciso interviene su Doumbia in area. Per Piccinini non ci sono dubbi e, dopo aver ammonito il portiere, indica il dischetto: Lepore non sbaglia. Al 78’, conclusione di Surraco controllata in due tempi dall’estremo difensore ospite. All’84’, ultimo cambio per il Lecce con Sowe al posto di Doumbia. Al secondo dei quattro minuti di recupero, i salentini hanno l’occasione d’oro per pareggiare ma Sowe, su respinta di Narciso, sbaglia il controllo e fallisce la facile occasione da due passi. Scoccato il 94’, Piccinini dichiara la fine delle ostilità. La Curva Nord incita i giocatori a credere fino alla fine.

Conclusioni  I giallorossi sbagliano l’approccio alla partita ed il Foggia non perdona. Come accaduto nella gara precedente contro il Bassano, il Lecce si è fatto sorprendere dall’ottima partenza degli ospiti. L’unica differenza è che questa volta i salentini sono stati puniti. L’ingresso di Caturano ed il conseguente cambio di modulo (si è passati al 4-4-2) hanno svegliato la squadra che alla fine è andata vicino al clamoroso pareggio. Giornata negativa per la difesa che è apparsa sempre in balia degli avversari. La reazione vista lascia ben sperare per il ritorno. I “satanelli”, naturalmente, partono da favoriti ma il rigore di Lepore (uno degli ultimi ad rrendersi) tiene ancora aperto il discorso. Per vedere come andrà a finire, bisogna aspettare domenica 29 alle ore 20:45, salvo diversa indicazione sull’orario da parte dell’Osservatorio.

E. Losavio

A cura di Eugenio Losavio

Pubblicato il 23/05/2016


Condividi:

Articoli correlati