Passione GialloRossa - Il Lecce, in inferiorità numerica, agguanta il pareggio

a cura di Eugenio Losavio

Passione GialloRossa
Il Lecce, in inferiorità numerica, agguanta il pareggio
 
a cura di Eugenio Losavio
 
Per la diciottesima giornata del girone di ritorno del Campionato di Lega Pro girone C, il Lecce è impegnato in trasferta allo Stadio Marcello Torre contro la Paganese. Arbitra l’incontro Pasciuta di Agrigento coadiuvato dagli assistenti Mariottini e Meozzi.
 
Le formazioni  Grassadonia schiera il 4-3-3: Liverani tra i pali, Longo, l’ex Alcibiade, De Santis e Della Corte in difesa; Tascone, Tagliavecchia e Mauri a centrocampo; Bollino, Firenze e Cicerelli in attacco.
Rizzo risponde con il 4-3-3 con Perucchini tra i pali, Lepore, Drudi, Ciancio e Vitofrancesco in difesa; Costa Ferreira, Arrigoni e Mancosu in mediana; Pacilli, Marconi e Doumbia nel reparto avanzato.
 
Primo tempo  Al 5°, Drudi, vedendo il portiere fuori dalla porta, tenta il pallonetto mandando di poco alto. Un minuto dopo, i padroni di casa sbloccano il risultato con una punizione di Firenze. Al 17°, ci prova Pacilli dalla media distanza ma l’estremo difensore siciliano blocca in presa plastica. Al 24°, gli ospiti rimangono in inferiorità numerica per l’espulsione per doppia ammonizione di Drudi. Al 31°, la conclusione di Mancosu risulta centrale. Al 34°, Rizzo opera il primo cambio inserendo Fiordilino al posto di Pacilli. Al 41°, il Lecce va vicino al pareggio con Doumbia che, servito da Lepore, non inquadra lo specchio da ottima posizione. Dopo 2’ di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.
 
Secondo tempo  Al 50°, su un cross da calcio di punizione di Lepore, Marconi colpisce di testa mandando alto. Un minuto dopo, seconda sostituzione in casa giallorossa con Caturano al posto di Marconi. Al 55°, Ciancio alla disperata, salva su Mauri ad un passo dal raddoppio. Al 62°, Caturano conclude in diagonale mandando fuori. Un minuto dopo, lo stesso attaccante va vicino al pareggio con un pallonetto che, a porta vuota, colpisce la base del palo. Al 78°, i salentini trovano il gol con Doumbia. All’89°, ultimo avvicendamento per il Lecce con Maimone al posto di Doumbia. Al primo dei 3’ di recupero, Picone (subentrato al posto di Della Corte) spinge in area Caturano: l’arbitro lascia correre. Scoccato il 93°, Pasciuta dichiara la fine delle ostilità.
 
Conclusioni  Il Lecce, in inferiorità numerica, raggiunge il meritato pareggio. Nella prima frazione, la squadra giallorossa è apparsa in difficoltà dopo l’espulsione di Drudi. Nonostante il gol subito, i giallorossi non si sono arresi andando vicino in un paio di occasioni alla rete. Nella ripresa, gli ospiti hanno continuato con insistenza a trovare la via del gol trovandola con Doumbia. Con questo pareggio, la Paganese è salita a 50 punti, mentre i salentini hanno raggiunto quota 73. Nel prossimo turno, i siciliani affronteranno in trasferta la Reggina, mentre il Lecce ospiterà la Fidelis Andria domenica 7 maggio alle ore 17 : 30 per l’ultima giornata della regular season.
 
E. Losavio
 
  
 

Pubblicato il 03/05/2017


Condividi:

Articoli correlati