Passione GialloRossa - Della Rocca e le parate di Caglioni regalano la vittoria nel derbyno

a cura di E. Losavio

Passione GialloRossa
2014 - 2015
 
Della Rocca e le parate di Caglioni regalano
la vittoria nel derbyno
 
Nella seconda giornata di Campionato di Lega Pro girone C, il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare il Barletta. Arbitra l’incontro Cifelli di Campobasso.
 
Le formazioni  Chini (Lerda squalificato) manda in campo il classico 4-4-2 con Caglioni tra i pali; Donida, Martinez, capitan Abruzzese e Lopez W in difesa; Carrozza, Papini, Salvi e Doumbia a centrocampo; in avanti la coppia Della Rocca & Moscardelli.
Sesia risponde con il 4-3-3 con Liverani tra i pali; Regno, Stendardo, Radi e Cortellini in difesa; Branzani, Quadri e Legras a centrocampo; in attacco il tridente composto da Vanitucci, Fall e Floriano.
 
Primo tempo  Inizia la gara con la squadra di casa che si lancia subito in avanti. Il primo sussulto arriva al 14’ quando Moscardelli colpisce di testa su un traversone di Lopez ma la sua conclusione è centrale. Due minuti dopo su un cross di Carrozza, Moscardelli passa a Doumbia che mira l’angolino basso ma Liverani respinge il pericolo. Al 24’, si vede per la prima volta il Barletta con una punizione di Floriano che Caglioni blocca senza problemi. Gli ospiti prendono coraggio e al 30’ su un calcio di punizione dalla distanza di Radi il numero uno giallorosso compie un grande intervento alzando la conclusione sulla traversa. Al 42’, il Lecce colleziona una grande occasione per sbloccare il risultato: da un calcio d’angolo di Carrozza, Abruzzese colpisce di testa ma il portiere biancorosso respinge d’istinto. Al 44’, Della Rocca serve Carrozza che effettua un tiro a giro ma Liverani salva la sua squadra. Al secondo minuto di recupero, Doumbia mette in mezzo un rasoterra che viene girato in porta di prima intenzione da Della Rocca: il tentativo dell’ex Cremonese termina di poco fuori. Al termine dell’azione, l’arbitro manda le due squadre a bere un the caldo.
 
Secondo tempo   Inizia la ripresa con la squadra di casa sempre all’attacco. Al 50’, i giallorossi passano in vantaggio con una mezza girata al volo di Della Rocca su assist di testa di Moscardelli. Al 61’, Chini opera il primo cambio inserendo il nuovo arrivato Mannini al posto di Carrozza. Al 67’, proprio il nuovo entrato ha l’occasione di timbrare il cartellino dei marcatori: su assist di Doumbia, l’esperto centrocampista manda alto da buona posizione. Al 70’, ci prova Papini ma il suo tiro termina alto. All’80’, il Lecce rimane in inferiorità numerica per l’espulsione per doppia ammonizione di Donida per un presunto fallo su Fall. Chini corre subito ai ripari inserendo Sacilotto al posto di Doumbia. All’84’, il Barletta va vicino al pareggio con un colpo di testa di D’Agnello (subentrato a Quadri) sul quale Caglioni compie un grande intervento. L’ultimo brivido lo regala l’ex De Rose (subentrato ad inizio ripresa aBranzani) ma il suo tiro sfiora il palo con Caglioni che seguiva la traiettoria con lo sguardo. Dopo 4’ di recupero, Cifelli dichiara la fine delle ostilità.
 
Conclusioni  Dopo la sconfitta della prima giornata contro la Lupa Roma, il Lecce si riscatta e supera il Barletta conquistando la prima vittoria in Campionato. Sin dai primi minuti si è vista una squadra più intraprendente, che ha chiuso tutti gli spazi e che è andata alla ricerca del vantaggio con le conclusioni di Moscardelli, Doumbia e Della Rocca. Nella ripresa, si è concretizzata la superiorità con la rete dell’attaccante ex Cremonese. Anche il Barletta ha fatto la sua parte ma la grande giornata di Nicholas Caglioni, secondo me il migliore in campo, ha impedito alla squadra barese di cambiare le sorti dell’incontro. Non rimane che continuare su questa strada anche perché il Campionato è lungo e le difficoltà ci saranno. Se la squadra salentina giocherà come sa, non ci saranno problemi nel conquistare i 3 punti. Nella prossima giornata, ancora una volta il Lecce giocherà sabato alle ore 15:00 in trasferta contro il Matera; il Barletta ospiterà il Cosenza.
 
E. Losavio 

Pubblicato il 08/09/2014


Condividi: