Passione GialloRossa - Alcibiade. Il Lecce non molla

a cura di Eugenio Losavio

 

Passione GialloRossa

Alcibiade. Il Lecce non molla

A cura di Eugenio Losavio

Per la nona giornata del girone di ritorno del Campionato di Lega Pro girone C, il Lecce è impegnato in trasferta allo Stadio Vito Veneziani contro il Monopoli. Arbitra l’incontro Giovani di Grosseto, coadiuvato dagli assistenti Della Vecchia e Sbrescia.

 

Le formazioni  Tangorra schiera il 4-3-3 con Pisseri tra i pali, Luciani, Bacchetti, Meduri e Mercadante in difesa; l’ex Rosafio, Djuric ed Esposito a centrocampo ed in avanti il tridente con l’ex Di Mariano, Gambino e Romano.

Isetto (Braglia squalificato) risponde con il 4-3-3: Perucchini tra i pali; Alcibiade, Cosenza, Abruzzese e Liviero in difesa; Lepore, Salvi e capitan Papini a centrocampo; Surraco, Curiale e Caturano nel reparto avanzato.

 

Primo tempo  Al 9’, Mercadante serve Gambino che prova il tap-in, ma Perucchini è attento. Due minuti dopo, risponde il Lecce con Caturano che prova la conclusione dalla media distanza senza inquadrare lo specchio. Al 13’, gli ospiti reclamano la massima punizione per un fallo su Caturano:  l’arbitro lascia correre. Un minuto dopo, Curiale conclude in diagonale con Pisseri che devia. Al 18’, i giallorossi hanno l’occasione per sbloccare il risultato con Curiale. L’attaccante, servito da Surraco, manca di poco l’impatto con la sfera. Al 27’, Papini serve in profondità Lepore che conclude di prima intenzione: il numero uno pugliese alza sulla traversa. Al 37’ e al 43’, l’ex attaccante del Trapani ci prova a gonfiare la rete ma ancora una volta Pisseri non si fa sorprendere. Dopo 3’ di recupero, il direttore di gara manda le due squadre a bere un the caldo.

 

Secondo tempo  Al 60’ e al 63’, Isetto opera due cambi inserendo Moscardelli e Doumbia al posto rispettivamente di Curiale e Caturano. Al 65’, doppia opportunità per i salentini. Sulla conclusione di Surraco, Pisseri respinge con i pugni; sulla ribattuta ci prova Papini senza fortuna. Al 70’, il Lecce passa in vantaggio con Alcibiade che, su un cross da calcio d’angolo di Lepore, impatta di testa e supera Pisseri. All’85’, ultimo cambio per gli ospiti con l’ingresso di Legittimo al posto di Liviero. Dopo 5’ di recupero (diventati 6 per l’infortunio a Moscardelli che conclude la gara) Giovani dichiara la fine delle ostilità.

 

Conclusioni  Il Lecce reagisce e ottiene una vittoria che gli permette di restare in zona play – off.  Nei primi 10’ del primo tempo, la squadra ha subito l’intraprendenza dei padroni di casa ma poco dopo ha assunto il controllo della manovra e solo un paio di interventi di Pisseri hanno impedito di sbloccare il risultato. Nella ripresa, i giallorossi sono tornati sul rettangolo verde più convinti e hanno legittimato la buona partenza con il primo gol di Alcibiade. Per il pomeriggio del sabato e per la mattinata di domenica, i salentini hanno ritrovato il primo posto in classifica (non avveniva dalla prima stagione in Lega Pro). Purtroppo questa gioia è durata poco. Il Benevento, che si è imposto sulla Casertana con il punteggio di 6 a 0,  ha riconquistato la vetta.  Il Lecce ha espresso un buon gioco e ha dimostrato ancora una volta di potersela giocare con le altre squadre. Con questo pareggio, il Monopoli sale a quota 28; i giallorossi si portano a 49 e rimangono a -1 dalla capolista. Nel prossimo turno, i biancoverdi saranno impegnati in trasferta contro la Fidelis Andria; i salentini ospiteranno lunedì 21 alle ore 20:00 il Catanzaro. La gara sarà trasmessa da RaiSport (canale 57).

E. Losavio 

Pubblicato il 14/03/2016


Condividi:

Articoli correlati