Lecce - Un rospo in giro per le vie del centro

Preso in consegna dagli operatori del Museo di Calimera

 

Il rospo «in giro» per le vie del centro
Gli esperti:«Esemplare da guinness dei primati»
Preso in consegna dagli operatori del Museo di Calimera
 
 
 
LECCE - Si è trattato di un esemplare probabilmente da guinness dei primati, a giudicare dai commenti dei biologi dell’Ufficio Ambiente, il rospo che si aggirava indisturbato nelle vie adiacenti Piazza Mazzini, in piena area shopping Lecce. Il rospo comune della specie Bufo bufo, protetto dalla convenzione di Berna per la salvaguardia della fauna minore, è l'anfibio più grande d'Europa, e raggiunge addirittura i 20 cm (zampe escluse). Prevalentemente notturno, frequenta normalmente ambienti asciutti ma tende a tornare sempre nella stessa pozza d'acqua per riprodursi, a volte percorrendo anche diversi chilometri. Durante questi spostamenti molti individui riproduttori vengono uccisi dalle automobili.
Gli Ispettori Ambientali dell’Assessorato alle Politiche Ambientali di Andrea Guido hanno allertato gli operatori del Museo di Storia Naturale e Osservatorio Faunistico Provinciale di Calimera i quali hanno preso in consegna l’esemplare per rimetterlo in libertà in un ambiente più consono dopo aver prestato le eventuali cure necessarie. I rospi – ha commentato l’assessore alle Politiche Ambientali Andrea Guido - nell'immaginario collettivo, sono molto spesso associati a sensazioni di ribrezzo, se non addirittura di pericolo per supposte proprietà velenose. Questo porta frequentemente all'uccisione degli esemplari casualmente rinvenuti e alla non considerazione del ruolo ecologico di questa specie. In realtà il rospo comune svolge un ruolo fondamentale di predatore nei confronti di una grande quantità di invertebrati, spesso dannosi alle attività umane».
 
Redazione online corrieredelsalento
 

Pubblicato il 22/01/2013


Condividi:

Articoli correlati