ISTITUITI GLI ECOMUSEI DI NEVIANO E MOLA DI BARI

Consulta regionale degli ecomusei
 
ISTITUITI GLI ECOMUSEI DI NEVIANO E MOLA DI BARI
 
Nei giorni scorsi si è riunita la Consulta Regionale degli Ecomusei con all’ordine del giorno la valutazione di due istanze provenienti dal Salento e dal territorio barese.
Alla presenza della Vice Presidente della Regione Puglia, Prof.ssa Angela Barbanente, è stata aperta la discussione in merito alla istanze provenienti da Neviano e Mola di Bari, per le quali ho avuto modo di illustrare la correttezza dell’iter procedimentale seguito e la completezza della documentazione tecnica attestante le caratteristiche richieste per l’istituzione degli ecomusei.
La Consulta Regionale ha condiviso le osservazioni in merito alla caratteristiche naturali, geografiche e culturali poste in evidenza, approvando all’unanimità la proposta da me formulata.
E’ stato, quindi, concesso il riconoscimento a due importanti realtà del territorio pugliese, ricomprendendole nell’elenco ufficiale degli ecomusei di interesse regionale con la denominazione di “Ecomuseo del Paesaggio delle Serre Salentine” di Neviano e di “Ecomuseo del Poggio di Mola di Bari”.
La creazione della realtà ecomuseale di Mola di Bari si pone al termine di una notevole serie di attività svolte in quella zona, sancendo il coronamento di un impegno ininterrotto costellato di qualificanti iniziative, fra cui la rassegna “Baricentro di cultura in collina” pervenuta nel 2014 alla XII edizione e la rassegna annuale di scrittura creativa.
La creazione dell’ecomuseo nevianese, invece, rappresenta la volontà di sancire il rilancio e la valorizzazione dell’intero territorio comunale, individuando nelle Serre (ultimi prolungamenti delle Murge Salentine) l’elemento che meglio rappresenta l’origine della propria identità. Attraverso questa decisione della Consulta Regionale degli Ecomusei, infatti, sarà possibile dar vita ad iniziative capaci di inglobare progetti di educazione ambientale, percorsi destinati ai piccoli imprenditori agricoli e mostre tematiche storico – artistiche.
Tali decisioni non solo recepiscono le istanze dei territori, ma, ancorpiù, si perseguono l’obiettivo di recuperare, valorizzare e accompagnare nel loro sviluppo la memoria storica, la cultura materiale, immateriale, orientando lo sviluppo del territorio in una logica di responsabilità e di partecipazione dei soggetti pubblici e privati.
 
Biagio Ciardo
Presidente Consulta Regionale Ecomusei
 
 

Pubblicato il 10/09/2014


Condividi:

Articoli correlati