Gagliano del Capo - Condanna per truffa

Raggirò anziano - condanna a 7 mesi

GAGLIANO DEL CAPO -  CONDANNA PER LA TRUFFA DI CUI RIMASE VITTIMA UN PENSIONATO DI SALVE


Raggirò un anziano 7 mesi al falso assicuratore


 GAGLIANO DEL CAPO. Condannato a sette mesi per aver truffato un anziano di Salve . Si è svolto ieri mattina nella sede distaccata del tribunale di Tricase il processo nei confronti di William Micelli, gaglianese di 27 anni accusato di aver spillato soldi a un pensionato di 73 anni presentandosi come assicuratore.      Sotto il falso nome di Cesare, il ragazzo avrebbe fatto credere all’anziano di dovergli consegnare un risarcimento in denaro per un incidente stradale avvenuto circa dieci anni fa. Per ottenere la somma, il vecchietto avrebbe dovuto versare le polizze arretrate. Non solo, Micelli si sarebbe presentato anche come funzionario Inps e impiegato dell’Aci.      Per dimostrare la correttezza dei pagamenti, il falso funzionario avrebbe anche esibito ricevute di pagamento, intestate però a un’altra persona. A sospettare la truffa fu il figlio dell’uomo, residente fuori provincia per motivi di lavoro. A lui il genitore raccontò di un ragazzo che con modi gentili si sarebbe fatto carico di risolvere la questione. Dopo aver avvertito i carabinieri della stazione diretta dal maresciallo Tersigio Zezza, Micelli venne arrestato mentre si trovava in casa dell’anziano a riscuotere l’ennesima rata. Ieri il processo davanti al giudice monocratico Giuseppe Biondi. Il giovane, sul cui capo pendevano le accuse di truffa aggravata e continuata e sostituzione di persona, è stato condannato a sette mesi di reclusione con il beneficio della sospensione della pena. L’imputato era difeso dall’avvocato Luca Puce. 
 
 

Pubblicato il 23/09/2009


Condividi: