CON LA SPARTAN RACE RITORNA LO SBARCO DI FALANTO Dal 28 al 30 ottobre al Parco archeologico di Saturo di Leporano

   CON LA SPARTAN RACE RITORNA
LO SBARCO DI FALANTO
 
Dal 28 al 30 ottobre al Parco archeologico
di Saturo di Leporano laboratori, visite guidate
e lo spettacolo teatrale di Cimaglia.
 
 
 
Spartan Race chiama. Comune di Leporano e cooperativa Polisviluppo rispondono. Al Parco Archeologico di Saturo arriva infatti “Lo sbarco di Falanto”: da venerdì 28 a domenica 30 ottobre  dalle ore 9 alle 17, previste aperture straordinarie, visite guidate tematiche, laboratori, degustazioni ed eventi teatrali sull’Età Greca. Un’iniziativa di altissimo profilo storico-culturale, vincitrice del finanziamento della Regione Puglia nell’ambito del programma di destagionalizzazione turistica “In Puglia 365”. Tradizioni e spiritualità della Magna Grecia le linee guida del progetto, collegato alla tappa tarantina della Spartan Race, occasione per gli atleti, i rispettivi accompagnatori e i tantissimi curiosi, di conoscere il territorio e le sue tante peculiarità. “Siamo molto soddisfatti- spiega il sindaco di Leporano Angelo D’Abramo- considerando che il Parco, per eccellenza legato alla nascita di Taranto, rappresenta un luogo simbolo, al quale l’amministrazione comunale è particolarmente legata”.
 
Da qui l’iniziativa, organizzata da Comune di Leporano e Cooperativa Polisviluppo, in collaborazione con l’associazione culturale Terra e l’attore e regista Massimo Cimaglia. Proprio quest’ultimo sarà il protagonista della straordinaria rappresentazione “Lo Sbarco di Falanto”, in programma domenica 30 ottobre alle 11.30, ad ingresso gratuito. Lo spettacolo teatrale- ideato, diretto ed interpretato dall’artista di fama nazionale Cimaglia- inizia da Saturo, luogo in cui approdò l’Ecista Falanto, fondatore di Taranto. Il racconto parte dal mare, da un’imbarcazione di pescatori che simboleggia la sua nave, e poi si sposta all’interno del Parco, in un itinerario lungo i resti della Villa Romana, per concludersi sotto la torre di avvistamento del XVI secolo. Uno spettacolo magico, che fonde storia e suggestioni, all’interno di un percorso di riscoperta delle proprie radici.
 
Ma non finisce qui: per tutto il week end, adulti e bambini potranno scoprire il Parco (di proprietà dell’amministrazione comunale e gestito dalla Cooperativa Polisvilupo), lavorare l’argilla, riprodurre vasi, divinità e maschere del teatro greco e molto altro. Nel dettaglio, nelle tre giornate alle ore 10 e con replica alle 12 (venerdì e sabato anche alle 15), è prevista la visita guidata su “Sparta e la Fondazione di Taranto: tra i Micenei e la conquista romana”; venerdì alle 11.30 laboratorio “I giochi dell’Antica Grecia”, alle 15 laboratorio di archeologia sperimentale “Gorgoni e Maschere dall’età arcaica”; sabato alle 11.30 una caccia al tesoro (rigorosamente in chiave archeologica) e alle 15 il laboratorio “Il culto di Athena nell’età classica”; domenica alle 10 laboratorio “I giochi dell’Antica Grecia” e alle 15 sul culto di Athena. Tutti i giorni, alle 13, degustazioni di vino, miele e formaggi dell’antica Grecia. Ingresso, visite e laboratori sono ad ingresso gratuito, le degustazioni a pagamento. Info: 340.7641759.
 
 
 
 

Pubblicato il 25/10/2016


Condividi:

Articoli correlati