E' messinese la vincitrice del Bando: “Un Testimonium per Leuca 2020 - Jubilaeum2025”

12 i progetti pervenuti da tutta Italia.

Leuca - La Fondazione di Partecipazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca - De Finibus Terrae" comunica il progetto vincitore del Bando “Un Testimonium per Leuca 2020 - Jubilaeum 2025”. Ai membri della Commissione di valutazione, impossibilitata a riunirsi in presenza a causa dell’emergenza Covid-19, è stata richiesta una valutazione scritta dei 12 progetti pervenuti da tutt’Italia. Da queste valutazioni è risultato il progetto vincitore con la seguente motivazione: molto gradevole sul piano visivo, frutto dell’adozione di un registro espressivo equilibrato che mette in risalto la sobrietà, la nobiltà e la bellezza del luogo e dell’esperienza. Completo quanto ai quattro temi/elementi richiesti, il suo linguaggio rispecchia la tradizione testimoniale del pellegrinaggio, pur tenendo un dialogo con la contemporaneità con il tema dell’accoglienza e della fraternità. Pertanto, si comunica il progetto vincitore del bando che vedrà contraddistinguere il Testimonium che i pellegrini con la credenziale del cammino fatto riceveranno nel Santuario di S. Maria de Finibus Terrae.
Vincitrice del Bando è ROSSANA CUTICCHIA di Brolo (Messina). Inoltre, la Commissione di valutazione, premia con menzione “Carta di Leuca 2020” un secondo progetto che la Fondazione di partecipazione
Parco Culturale Ecclesiale Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae valorizzerà come progetto grafico per il testo ufficiale della Carta di Leuca 2020 che verrà distribuita ai giovani dei vari Paesi del Mediterraneo che vi parteciperanno. Vincitrice Menzione “Carta di Leuca 2020” è ARIANNA DEMICHELIS di  Saluzzo (Cuneo).   
Non essendo possibile svolgere in questi giorni la mostra prevista con i bozzetti pervenuti, la Fondazione esporrà solo gli originali delle due opere vincitrici dall’1 luglio all’8 settembre negli spazi della Basilica- Santuario di S. Maria de Finibus Terrae.

Pubblicato il 12/05/2020


Condividi: