Selezionati i sette violoncellisti under 35 che dal 17 al 31 luglio ad Arnesano (LE) parteciperanno alla Residenza artistica SIAE

Sarà il primo evento ospitato dal nuovo Teatro “Oratorio Don Orione”

di Arnesano,storica struttura appena restaurata.

Stefano Bruno e Gianluca Montaruli di Foggia, Silvia Gira di Palermo, Caterina Isaia di Bergamo, Gianluca Pirisi di Teramo, Mirko Sciambarruto di Taranto, Paolo Tedesco di Torino. Di età compresa tra i 17 e i 31 anni, sono i sette violoncellisti under 35 vincitori del bando per la Residenza Artistica SIAE. In programma dal 17 al 31 luglio ad Arnesano (Le), è promossa da Opera Prima e si realizza grazie al contributo messo a disposizione dalla Società Italiana degli Autori ed Editori attraverso il bando Per Chi Crea, sostenuto dal Mibact e gestito da SIAE che destina il 10% dei compensi per “copia privata” a supporto della creatività e della promozione culturale dei giovani.

Nel 2018 hanno partecipato complessivamente al programma 2.289 progetti, Opera Prima fa parte dei 66 beneficiari per le Residenze artistiche.

La chiamata in questo caso era rivolta a violoncellisti residenti in Italia (inclusi i soggetti di nazionalità non italiana) che avessero maturato interesse nei riguardi del linguaggio musicale contemporaneo e che intendessero approfondire una formazione cameristica d’eccellenza.

I sette vincitori del bando rappresentano una selezione della “migliore gioventù” violoncellistica italiana, tutti ragazzi già pluripremiati in numerose competizioni internazionali e che vantano una formazione di altissimo profilo.

La Residenza SIAE di Opera Prima sarà coordinata dal violoncellista Andrea Cavuoto (al posto di Andres Rodrigo Lopez precedentemente comunicato) e prevederà moduli creativi di ricerca, studio e approfondimento, finalizzati anche alle esibizioni pubbliche previste, affianco a musicisti di fama internazionale. Sono infatti in programma moduli cameristici e concerti con la pianista Beatrice Rana e con il violoncellista Giovanni Sollima.

La presentazione ufficiale e il taglio del nastro del nuovo teatro, invece, sono previsti alle ore 11.00 del mattino, alla presenza di Mons. Michele Seccia, arcivescovo metropolita di Lecce, e dell’assessore all'Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone. Alla cerimonia parteciperà anche Beatrice Rana, che regalerà un breve intervento musicale esibendosi con la sorella violoncellista Ludovica e con il padre pianista Vincenzo Rana.

 

 

Pubblicato il 08/07/2020


Condividi: