Salve (LE) - Mercoledì 22 luglio - le musiche di Luigi Boccherini per VIRTUOSISMO ITALIANO IN EUROPA



 

  Mercoledì 22 luglio (ore 21 - ingresso gratuito fino a esaurimento posti nel rispetto delle misure anticovid) nella Chiesa di San Nicola Magno a Salve  prosegue il Tito Schipa Music Festival, finanziato dalla Regione Puglia - Assessorato alla Formazione e al Diritto allo studio e organizzato dal Conservatorio di Musica "Tito Schipa" di Lecce in collaborazione con le amministrazioni comunali di Caprarica, Salve, Zollino, Matino, Novoli. Il Quintetto Tito Schipa - composto da Rosa Andriulli (violoncello), Marcello Baldassarre (violino), Francesco Sabato (violino), Antonio Scarinzi (chitarra) e Fernando Toma (viola) - presenterà “Il virtuosismo italiano in Europa” su musiche del compositore e violoncellista Luigi Boccherini (1743 – 1805), un nome emblema dell’eleganza della musica italiana nella storia della musica tra il settecento e i primi dell’ottocento. Boccherini è il simbolo di una volontà di riunione culturale che anticipa gli eventi storici e bellici del suo tempo e ne supera tutte le barriere politiche economiche e sociali. La cantabilità della sua musica raffinata e il suo virtuosismo sono semplicemente comprensibili a tutti. Precursore dell’europeismo culturale è tra i pochi a visitare e ad imporsi autorevolmente nelle principali capitali europee della cultura: Parigi, Vienna, Londra, Venezia, Madrid. In Spagna Boccherini, segue le sorti dei suoi committenti cosi come Haydn musicista a lui paragonato. Prima accompagna l’Infante di Spagna Don Luis, fratello del Re Carlo III, nell’esilio di Las Arenas de San Pedro poi trascrive e raduna in due raccolte ben dodici quintetti, costituiti da quartetto d'archi e Chitarra, strumento praticato dal committente e dedicatario delle due raccolte, il madrileno marchese di Benavent Osuna. L'impiego della Chitarra trova così spazio compositivo nell'interesse di Boccherini che attinge con eleganza tutta italiana al folclore musicale e pittorico della vita madrilena vissuta da ospite per lungo tempo.

Giovedì 30 luglio (ore 21 - ingresso gratuito fino a esaurimento posti) nel Chiostro del Convento dei Padri Passionisti a Novoli, lo spettacolo “Voci inaudite..." con musiche di Le Beau, Wiek Schumann, Bonis. L'ensemble è composto da Monica Altamura e Rosa Andriulli (violoncello), Noemi Puricella e Francesco Sabato (violino), Fernando Toma (viola), Lucia Rizzello e Luigi Bisanti (flauto), Luciano Fuso e Valentina Parentera (pianoforte).

Sino a sabato 25 luglio sono aperte le iscrizioni ai corsi propedeutici, preaccademici e accademici nell'ambito dei quattro percorsi di classica, elettronica, jazz e pop-rock del Conservatorio. Dall'Anno accademico 2020/2021 si aggiunge anche il triennio di Etnomusicologia che arricchirà ulteriormente l'attività formativa del Conservatorio presieduto da Biagio Marzo e diretto da Giuseppe Spedicati. Per presentare i nuovi corsi il Conservatorio - che ha una sede anche a Ceglie Messapica - ha lanciato sui social e sul web un video realizzato da Paolo Laku e Francesco Ciarnò grazie alla collaborazione di docenti e studenti. La "Toccata e fuga in re minore", celebre opera barocca composta all’inizio del ‘700 dal ventenne Johann Sebastian Bach, è stata rielaborata dagli studenti per presentare la pluralità dei linguaggi che l’Istituzione propone. L’inizio è classico,  l’esecuzione all’organo è affidata a Mattia Greco nella Cavea del Conservatorio. Il brano si trasforma in jazz in una assolata Piazza Duomo nel cuore di Lecce, grazie al quartetto composto da Marco Loderini (saxofono), Marco Scarciglia (chitarra), Fabrizio Morrone (contrabbasso), Matteo Spinelli (batteria). Arrangiamento e ambientazione cambiano nuovamente e sulle terrazze del Conservatorio, a richiamare l’iconico "Rooftop Concert" dei Beatles, Marco Giaffreda (organo hammond), Davide Benegiamo (chitarra), Alessio Gaballo (basso elettrico) e Gianmarco Serra (batteria) spingono Bach dentro le sonorità decisamente rock. La composizione vira poi, per chiudere il suo percorso, nell’elettronica con Alessio Martina e Francesco Verdicchia.
 

Conservatorio di Musica Tito Schipa
via Vincenzo Ciardo - Lecce
 www.conservatoriolecce.it

Pubblicato il 22/07/2020


Condividi: