Martedì 29 novembre - Christian Di Fiore & Sinfonia Ensemble, La Cantiga de la Serena e visita guidata per la rassegna Mareaperto

Martedì 29 novembre al Museo Castromediano di Lecce con la visita guidata “Storie di amicizie dal mare”.

FINO AL 14 DICEMBRE IL MUSEO CASTROMEDIANO DI LECCE OSPITA LA TREDICESIMA EDIZIONE DI MAREAPERTO, RASSEGNA DEDICATA ALLE MUSICHE DI CONFINE. PRIMA DEI CONCERTI SPAZIO ALLE VISITE GUIDATE ALLA SCOPERTA DEL MEDITERRANEO. MARTEDÌ 29 NOVEMBRE, SECONDO APPUNTAMENTO CON LE ESIBIZIONI DI CHRISTIAN DI FIORE & SINFONIA ENSEMBLE E DEL TRIO LA CANTIGA DE LA SERENA. PARTE DELL’INCASSO SARÀ DEVOLUTA ALLA FONDAZIONE SYLVA, PER LA PIANTUMAZIONE DI NUOVI ALBERI IN AREE DEL SALENTO.


Martedì 29 novembre al Museo Castromediano di Lecce con la visita guidata “Storie di amicizie dal mare” e con la musica di Christian Di Fiore & Sinfonia Ensemble e del trio La Cantiga de la Serena prosegue la tredicesima edizione di MareAperto. Fino al 14 dicembre, la rassegna, ideata, organizzata e promossa dall’associazione culturale Manigold, con la direzione artistica di Claudio Prima, in collaborazione con Polo Biblio-Museale di Lecce, Blogfoolk e Rete italiana World Music, con il sostegno della Regione Puglia, propone un’esperienza immersiva e multisensoriale in quattro tappe. Prima dei concerti, che coinvolgono otto progetti di ricerca sulle musiche "di confine", il pubblico attraverserà le sale del Museo Castromediano, grazie a quattro visite guidate con temi differenti per entrare nella storia composita del Mediterraneo e apprezzare l’incontro delle sue tradizioni culturali in continua evoluzione e contaminazione. Il costo di ingresso del singolo appuntamento (visita guidata ore 20 - concerto ore 20:30) è di 7 euro (ridotto 5 per under 18 e over 65). Parte dell’incasso sarà destinato alla Fondazione Sylva, per la piantumazione di nuovi alberi in aree del Salento, un progetto per proteggere immediatamente il patrimonio ambientale attraverso pratiche virtuose al quale hanno aderito il Museo Castromediano e il Polo Biblio-Museale di Lecce. Info e prenotazioni 3516480009 - www.facebook.com/mareapertorassegna.


La seconda serata prenderà il via alle 20 con la visita guidata Storie di amicizie dal mare. Il mare Mediterraneo, che i filosofi chiamano Arcipelago o Mare tra le isole, racchiude un immenso patrimonio culturale e immateriale di cui facciamo tutti parte. Il suo valore profondo sta proprio nella straordinaria  molteplicità di forme di vita, di paesaggi, di luci e di ombre. Nel museo Castromediano, il mare è raccontato attraverso i resti dei relitti recuperati dagli archeologi sottomarini, ma non solo. Dalle 20:30 spazio ai concerti con La zampogna fra tradizione e modernità di Christian Di Fiore & Sinfonia Ensemble e i Canti e riti d’amore dal Mediterraneo de La Cantiga de la serena. L’idea del primo progetto è quella di fondere i suoni della cultura popolare (zampogna, organetto, fisarmonica) ai suoni della cultura classica (oboe e contrabbasso), il tutto colorato dai suoni delle percussioni mediterranee. L’ensemble nasce attorno alla figura dello zampognista e polistrumentista Christian Di Fiore, oggi considerato uno tra i più grandi virtuosi della zampogna, direttore artistico del Festival Internazionale della Zampogna di Scapoli, affiancato da Pasquale Franciosa (oboe), Manuel Petti (fisarmonica), Lorenzo Mastrogiuseppe (contrabbasso), Alessandro Blasi (percussioni). Il trio La Cantiga de la Serena, formato da Fabrizio Piepoli (voce, chitarra battente, saz, daff), Giorgia Santoro (flauti, arpa celtica, setar) e Adolfo La Volpe (oud, chitarra classica, tar), da anni si dedica al recupero e alla rielaborazione della musica antica e tradizionale del bacino del Mediterraneo, promuovendo il dialogo culturale tra Occidente e Oriente. Dopo “La serena” (Workin’ Label – 2016) e “La Fortuna” (Dodicilune – 2019), nel 2021 è uscito “La Mar” (Dodicilune), una raccolta di dieci canti appartenenti a diverse tradizioni musicali che hanno come motivo conduttore il mare, “la mar” in ladino.

La rassegna proseguirà nelle prossime settimane con la visita “Le origini della musica” e i live di Maurizio Mastrini e Maria Moramarco (6 dicembre) e, per concludere, “Dei ed eroi dal mare” e le esibizioni di Tabulè e Vito Signorile (14 dicembre). Sabato 3 (dalle 17 alle 20) e domenica 4 dicembre (dalle 10 alle 13), inoltre, nella Distilleria De Giorgi di San Cesario di Lecce si terrà "Dieci studi per organetto diatonico". Uno stage aperto a tutti condotto da Claudio Prima che introdurrà alle tecniche di base dello strumento: disposizione delle note, tipologie di strumento, tecnica lineare e incrociata, posizione del corpo e delle mani, basi di armonia e ritmo, dinamiche e utilizzo del mantice e della valvola. Il costo di partecipazione è di 50 euro. Info e iscrizioni 3475468393.
 

L’Associazione Manigold, attiva dal 2002 ha istituito in questi anni numerosi percorsi originali di studio e di ricerca nell’ambito delle tradizioni musicali dei paesi del Mediterraneo, sostenendo progetti artistici e formativi che investono diversi settori: la musica, il teatro, la danza, le arti pittoriche, le nuove tecnologie, la multimedialità. L’associazione ha prodotto e sostenuto negli ultimi vent’anni progetti affermati nel panorama internazionale e percorsi formativi e artistici con una spiccata propensione inclusiva e multiculturale: BandAdriatica, Giovane Orchestra del Salento, La Répétition / Orchestra Senza confini, Adria, Tukrè, Progetto Seme, Tabulè, Manigold, Orchestra Popolare di Puglia. Si occupa principalmente di produzione di spettacoli, management, organizzazione di eventi e rassegne (MareAperto, Nostos, Galatinarte), laboratori e corsi di sperimentazione.


Pubblicato il 28/11/2022


Condividi: