Io che amo solo te. Le voci di Genova di Serena Spedicato e Osvaldo Piliego al Museo Castromediano di Lecce

Mercoledì 4 marzo - ore 20:30
Museo Castromediano
Ingresso libero
 

Mercoledì 4 marzo (ore 20:30 - ingresso libero) il Museo Castromediano di Lecce ospiterà, in anteprima, "Io che amo solo te. Le voci di Genova", un progetto originale di Serena Spedicato e dello scrittore Osvaldo Piliego. La cantante leccese, per l'occasione anche voce narrante, accompagnata da Giuseppe Magagnino (piano, arrangiamenti) e Emanuele Coluccia (fiati), ripercorre la vita e le canzoni dei cantautori genovesi dagli anni ’50 sino a oggi. Intellettuali prima che cantanti, alternativi nei valori e negli stili, si ispiravano al jazz, alla filosofia esistenzialista e ai grandi chansonnier francesi. Serena Spedicato, con la sua voce dal timbro originale e affascinante, interpreta alcuni celebri brani di Fabrizio De André, Luigi Tenco, Gino Paoli, Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Bruno Lauzi, Ivano Fossati. Le canzoni sono intervallate dai testi originali dello scrittore Osvaldo Piliego con aneddoti, cenni biografici, analisi linguistiche e del contesto storico e sociale. La serata è promossa in collaborazione con Coolclub e Polo Biblio-Museale di Lecce (Regione Puglia - Assessorato all’industria turistica e culturale).

"Poche strade, un gruppo di amici e una manciata di anni consegnati all’eternità. La storia dona il nome alle cose. La chiamano “Scuola” anche se a me piace chiamarla magia o un gioco piuttosto del destino fortunato che ha voluto l'incontro di tanta bellezza in così pochi metri", scrive Piliego. "A poche ore dalla Francia e affacciata sul mare. L'eco dell'America  sui dischi jazz che attraccavano con le navi e il sussurro degli chansonnier poco dopo il confine. Questo è forse il segreto di Genova. O forse non lo scopriremo mai", prosegue. "Questo concerto è la mia dichiarazione la mia piccola serenata a un città e a un tempo del cuore il  mio e quello di tanti che in queste note e in queste parole hanno imparato l'amore".
 

Pubblicato il 25/02/2020


Condividi: