Premio Barocco: annullata la data del 23 maggio

   A causa dell’emergenza sanitaria globale, la famiglia Cartenì attende tempi migliori per l’edizione numero cinquantuno.

“L’emergenza sanitaria che, a livello globale, stiamo vivendo a causa della pandemia Covid-19, ha messo in ginocchio il mondo intero. L’Italia sta affrontando, con tenacia e forza d’animo, tutto ciò che si sta, quotidianamente, prospettando.  Una situazione straordinaria, l’emergenza più dura che la nostra Nazione ha dovuto affrontare dopo il secondo conflitto mondiale.   Sono queste notizie che ascoltiamo ogni giorno, più volte al giorno. Notizie che ci provano e che, insieme al nostro nuovo stile di vita, ci hanno già cambiati, come persone e come cittadini. 

In questa situazione, ci siamo trovati nella delicata posizione di dover decidere circa l’organizzazione dell’edizione 2020 del Premio Barocco, in programma per il 23 maggio presso il Teatro Apollo di Lecce. Un dubbio che ci siamo portati avanti per diversi giorni, anche in balia dell’evoluzione della diffusione del virus e delle comunicazioni da parte del nostro Governo e delle Autorità sanitarie.

La nostra decisione è quella di annullare la data di maggio: decisione che abbiamo già condiviso con il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini e con l’assessore alla cultura, Paolo Foresio. Una decisione dura ma condivisa, perché inevitabile.

Una decisione che però al momento intende solo posticipare l’edizione numero cinquantuno del Premio Barocco al momento in cui avremo ricominciato a svolgere una vita ‘normale’.   Siamo certi che il Premio Barocco, così come tutti gli eventi del nostro amato Salento e dell’Italia intera, ritorneranno a far risplendere teatri e palazzi, piazze e contenitori culturali e contribuiranno al rilancio dell’industria dello spettacolo così tediata da questo momenti di stasi.

Un augurio per una nuova luce, per una rinascita di cui, sono certo, il popolo italiano sarà protagonista, con energia, positività e coraggio”.

 

 

 

Pubblicato il 04/04/2020


Condividi: