Passione GialloRossa - Lecce, ora devi solo vincere!

Home » Dal Salento »

Passione GialloRossa - Lecce, ora devi solo vincere!

a cura di Eugenio Losavio

26/03/18
Passione GialloRossa 
Lecce, ora devi solo vincere!
 
 
a cura di Eugenio Losavio
 
Per la tredicesima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie C girone C, il Lecce è impegnato in trasferta allo Stadio Alberto Pinto contro la Casertana. Arbitra l’incontro Volpi di Arezzo che ha già diretto i giallorossi (1^ giornata di andata, Virtus Francavilla – Lecce 1 – 1; 18^ giornata di andata, Paganese – Lecce 1 – 1) coadiuvato dagli assistenti Rossi ed Affatato.
Le formazioni  Taddei (D’Angelo squalificato) schiera il 3-5-2: Forte tra i pali, Polak, Lorenzini e Meola in difesa; D’Anna, Carriero, l’ex De Rose, Finizio e Romano a centrocampo; l’ex Turchetta ed Alfageme in attacco.
Liverani conferma il 4-3-1-2 con Perucchini tra i pali, capitan Lepore, Cosenza, Marino e Di Matteo in difesa; Mancosu, Arrigoni e Tsonev in mediana; Tabanelli alle spalle di Torromino e Saraniti.  
Primo tempo  Al 6°, Lepore serve Saraniti che conclude dall’interno dell’area con Forte che blocca senza problemi. Al 24°, Torromino entra in area ma Lorenzini rende innocuo il suo tentativo. Al 35°, D’Anna sbatte contro Di Matteo in area: il centrocampista chiede il rigore ma l’arbitro lascia correre. Al 37°, l’estremo difensore campano sbaglia il rinvio con Saraniti che non approfitta. Al 45°, la Casertana sblocca il risultato con Turchetta che, aggirato Lepore, supera anche Perucchini. Dopo 1’ di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.
Secondo tempo  Mister Liverani opera subito una doppia sostituzione: Armellino e Di Piazza prendono il posto di Tsonev e Torromino. Al 48°, Saraniti conclude al volo con la sfera che viene intercettata da Di Piazza con Forte che non si fa sorprendere. Al 53°, Legittimo subentra al posto di Di Matteo. Al 61°, ci prova Saraniti con una conclusione a giro ma la sfera termina fuori. L’allenatore ci prova in tutti i modi: Persano prende il posto di Tabanelli. Al 67°, Lepore crossa in area; il colpo di testa di Di Piazza non sortisce gli effetti sperati Al 79°, l’ex attaccante del Foggia riparte in contropiede ma Lorenzini lo ostacola al momento decisivo. All’80°, Caturano prende il posto di Marino. Al 93°, i padroni di casa vanno vicini al raddoppio con il palo di Meola; sulla ribattuta, Rajcic (subentrato al posto di De Rose) conclude a botta sicura con Lepore che salva sulla linea. Al 94°, Persano manda alto. Dopo 4’ di recupero, Volpi dichiara la fine delle ostilità.
Conclusioni  Il pareggio in casa contro la Fidelis Andria doveva servire a dare una scossa alla squadra per ritornare alla vittoria, ma così non è stato.  Il Lecce, infatti, è sceso in campo senza la giusta cattiveria, senza motivazione: le cause di questo atteggiamento non sono chiare. Probabilmente si è trattato della paura di non perdere. Ciò non è assolutamente giustificabile in un momento della stagione in cui si sta giocando per conquistare un obiettivo così importante. Anzi, la volontà di raggiungerlo avrebbe dovuto spingere i giallorossi a giocare con il coltello tra i denti e con il sangue agli occhi senza pensare a cosa facevano il Trapani ed il Catania. Il dato che esprime la mancanza di cattiveria agonistica è rappresentato dal fatto che l’unica conclusione pericolosa verso la porta di Forte è stata a tempo scaduto con Persano. La Casertana, al contrario, ha giocato in modo spigliato e, trovato il vantaggio, si è limitata a compattarsi nella sua metà campo per rendere difficile la circolazione della palla agli avversari. Ora i salentini hanno esaurito i jolly: nelle ultime cinque partite dovranno giocare solo per vincere. Solo in questo modo potranno raggiungere la salvezza. I tifosi, malgrado la giustificata delusione, dovranno restare vicini alla squadra perché l’unione fa la forza. In classifica, i “falchetti” salgono a quota 39, mentre il Lecce rimane a 64 con soli quattro punti di vantaggio sulle siciliane. Nel prossimo turno, domenica 31 marzo, i campani affronteranno in trasferta la Paganese; i lupi giallorossi ospiteranno al Via del Mare il Siracusa alle ore 14 : 30 in una partita da non sbagliare.
 
E. Losavio  
 
 
 

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy