Passione GialloRossa - Lecce, che peccato!

Home » Dal Salento »

Passione GialloRossa - Lecce, che peccato!

a cura di Eugenio Losavio

12/03/18
Passione GialloRossa - Lecce, che peccato!
Passione GialloRossa
Lecce, che peccato!
 
A cura di Eugenio Losavio
 
Per la decima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie C girone C, il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare il Matera. Arbitra l’incontro Massimi di Termoli che ha già diretto i giallorossi (Coppa Italia, Lecce – Ciliverghe 3 – 0;  3^ giornata di andata, Catania – Lecce 3 – 0) coadiuvato dagli assistenti Vingo e Spiniello.
 
Le formazioni  Liverani conferma il 4-3-1-2 con Perucchini tra i pali, capitan Lepore, Cosenza, Marino e Di Matteo in difesa; Selasi, Arrigoni ed Armellino in mediana; Mancosu alle spalle di Dubickas e Saraniti.
Cassia (Auteri squalificato) risponde con il 4-2-3-1: Tonti tra i pali, l’ex Angelo, De Franco, Di Sabatino e Sernicola in difesa; Urso e Casoli a centrocampo; Di Livio, Strambelli e Tiscione in sostegno dell’unica punta Dugandzic.
 
Primo tempo  Al 16°, ci prova Strambelli senza inquadrare lo specchio. Due minuti dopo, Lepore serve Dubickas la cui conclusione viene deviata in angolo. Al 25°, Saraniti serve il suo compagno di reparto che al momento di tirare viene anticipato da un difensore. Al 30°, Sernicola si incunea in area giallorossa con la difesa che fa buona guardia. Al 37°, il capitano, da calcio di punizione, crossa in area: Cosenza colpisce di testa senza produrre gli effetti sperati. Un minuto dopo, Armellino ci prova dalla distanza senza impensierire Tonti. Dopo 1’ di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.
 
Secondo tempo  Al 47°, Mancosu mette in area per Saraniti che manca l’impatto decisivo con la sfera. Al 50°, Perucchini anticipa in uscita bassa Dugandzic. Al 54°, il Lecce va vicino al vantaggio con la conclusione a giro di Armellino che termina fuori di poco. Al 58°, mister Liverani opera una doppia sostituzione: Tabanelli e Di Piazza prendono i posti di Selasi e Saraniti che è stato pescato sempre in fuorigioco. Al 65°, secondo avvicendamento in casa giallorossa: Torromino subentra al posto di Dubickas. Al 68°, primo episodio dubbio in area lucana: Di Piazza a tu per tu con Tonti invece di concludere sfondando la rete, lo aggira e viene steso da Angelo: l’arbitro lascia correre. All’82°, Legittimo prende il posto di Di Matteo. Al 91°, secondo episodio dubbio: Di Piazza supera con un pallonetto l’estremo difensore avversario che travolge l’attaccante: anche in questo caso, il direttore di gara non interviene. Dopo 4’ di recupero, Massimi dichiara la fine delle ostilità.
 
Conclusioni  Il Lecce parte bene ed aggredisce l’avversario nella sua metà campo. Con il passare del tempo, però, i giallorossi diminuiscono la loro pressione ed il Matera prende le misure. Ogni volta che i lucani hanno attaccato in contropiede, hanno dato l’impressione di poter sbloccare il risultato. I padroni di casa sono sembrati fuori dal gioco e gli ospiti hanno dominato per tutta la prima frazione. Nella ripresa, la compagine giallorossa è ritornata sul terreno di gioco con maggiore convinzione. Sono risultati azzeccati i cambi effettuati da mister Liverani. Tabanelli e Di Piazza, infatti, hanno dato più brio alla manovra dei salentini. La squadra giallorossa ha recriminato per due rigori negati che a velocità normale sono sembrati netti. Il Matera ha fatto la sua gara e non ha rubato niente. Nonostante ciò, non è sembrato imbattibile. Rimane il rammarico di aver regalato il primo tempo agli avversari (come già successo in altre occasioni). Chissà come sarebbe andata  con Tabanelli e Di Piazza dal primo minuto.. Probabilmente staremo commentando una vittoria che avrebbe potuto mettere una seria ipoteca sul Campionato. Non bisogna mollare, il vantaggio è sempre di sette punti. In classifica, i giallorossi salgono a 60 punti (ora bisogna stare attenti anche al Trapani che ha agganciato il Catania) mentre il Matera va a 44. Nel prossimo turno, il Lecce giocherà a Cosenza lunedì 19 marzo alle ore 20 : 00 (i calabresi hanno ottenuto il posticipo per la Fiera di San Giuseppe) mentre i lucani osserveranno il turno di riposo.
 
E. Losavio
 

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy