Passione GiAlloRossA - Lecce, che peccato!

Home » PAssione GiAlloRossA »

Passione GiAlloRossA - Lecce, che peccato!

a cura di Eugenio Losavio

30/09/19
Passione GiAlloRossA - Lecce, che peccato!

Passione GiAlloRossA

Lecce, che peccato!

a cura di Eugenio Losavio

Per la sesta giornata del girone di andata del Campionato di Serie A, il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare la Roma. Arbitra l’incontro Abisso di Palermo, coadiuvato dagli assistenti Di Iorio e Bresmes. Il Quarto Uomo è Baroni di Firenze; VAR, Guida di Torre Annunziata; AVAR, Fiorito di Salerno.

Le formazioni  Liverani conferma il 4-3-1-2 con Gabriel tra i pali, Rispoli, Rossettini, Lucioni e Calderoni in difesa; Petriccione, Tachtsidis e Majer in mediana; capitan Mancosu alle spalle di Babacar e Falco.

Fonseca oppone il 4-3-1-2: Pau Lopez tra i pali, Florenzi, Mancini, Smalling e Kolarov in difesa; Veretout e Diawara in mediana; Kluivert, Pellegrini e Mkhitaryan alle spalle di Dzeko.

Primo tempo  Al 4°, Petriccione, sul cross di Falco, chiama Pau Lopez al grande intervento. Al 7°, Babacar conclude di potenza con la sfera che termina sull’esterno della rete. Al 15° Gabriel esce dai pali e, in due tempi, anticipa Dzeko. Al 27°, conclusione di Mancosu che impegna l’estremo difensore avversario; sul prosieguo dell’azione, Falco conclude debolmente. Al 42°, colpo di testa di Smalling che non inquadra lo specchio. Dopo 3’ di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.

Secondo tempo  Al 48°, Dzeko serve Mkhitaryan che manda di poco a lato. Al 52°, mister Liverani opera la prima sostituzione inserendo Shakhov al posto di Mancosu. Al 56°, la Roma sblocca il risultato con il colpo di testa di Dzeko con la complicità di Gabriel. Al 62°, Babacar serve Calderoni, il cui tentativo viene deviato in angolo. L’allenatore giallorosso completa i cambi a disposizione con Imbula e La Mantia ai posti rispettivamente di Tachtsidis e Babacar. Al 79° Lucioni tocca la sfera con il braccio: l’arbitro, senza esitazioni, indica il dischetto: dagli undici metri, Kolarov si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore brasiliano. All’81°, l’ex portiere del Perugia blocca in due tempi il colpo di testa di Smalling. Dopo 6’ di recupero, Abisso dichiara la fine delle ostilità. La squadra  esce tra gli applausi.

Conclusioni  Una partita spettacolare. Nella prima frazione, le due squadre si sono affrontate a viso aperto con continui capovolgimenti di fronte. Il Lecce ha creato un paio di occasioni per sbloccare il risultato; la Roma, dal canto suo, è ripartita spesso in contropiede creando apprensione alla difesa avversaria. Nella seconda metà di gioco, gli ospiti hanno avuto un migliore approccio e sono stati ripagati dal gol di Dzeko. I padroni di casa hanno reagito, ma la Roma ha avuto la possibilità di chiudere l’incontro con il rigore di Kolarov, sul quale Gabriel ha riscattato l’errore precedente. Nonostante gli sforzi profusi, il risultato non è cambiato. E’ stato un vero peccato. Il Lecce avrebbe meritato almeno il pareggio. Probabilmente con una maggiore cattiveria sotto porta, l’esito sarebbe stato diverso. Unico rammarico rimane il non aver conquistato ancora punti importanti tra le mura amiche. Migliori in campo Babacar e Gabriel che ha tenuto i suoi compagni in gioco fino all’ultimo. Prestazione sottotono di Mancosu e Imbula (lento nei passaggi). In classifica, i salentini rimangono a 6 insieme a Parma (giocherà stasera contro il Torino), Sassuolo, Hellas Verona, Brescia e Milan; la Roma sale a 11. Nel prossimo turno, domenica 6 ottobre, i giallorossi affronteranno in trasferta l’Atalanta; i Capitolini ospiteranno il Cagliari. Entrambe le gare inizieranno alle 15.

E. Losavio

 

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy