VINCE ABBRACCIANTE - SINCRETICO

Home » Il disco del mese »

VINCE ABBRACCIANTE - SINCRETICO

sabato 17 febbraio - ore 21 Teatro Paisiello - Via Giuseppe Palmieri, Lecce

08/02/18
VINCE ABBRACCIANTE - SINCRETICO
sabato 17 febbraio - ore 21
Teatro Paisiello - Via Giuseppe Palmieri, Lecce
Ingresso 10 euro
Prevendite Youm, Piazza Mazzini - Lecce
Info 0832091231 - info@dodiciluneshop.it
 
VINCE ABBRACCIANTE - SINCRETICO
 
Sabato 17 febbraio al Teatro Paisiello di Lecce concerto di presentazione del nuovo progetto discografico del fisarmonicista e compositore pugliese, affiancato da Nando Di Modugno (chitarra), Giorgio Vendola (contrabbasso) e dagli archi dell’Alkemia Quartet. Il concerto è organizzato dall’etichetta discografica salentina Dodicilune, che ha prodotto il disco, distribuito in Italia e all'estero da IRD e nei migliori store digitali, in collaborazione con l'associazione culturale Festinamente e con il sostegno di Carofalo - Agenti di Assicurazione a Lecce dal 1989 - Reale Mutua/Lloyds Open Market Correspondent. Sabato 10 marzo (ore 21 - ingresso 15 euro) sempre al Teatro Paisiello, la Dodicilune ospiterà la presentazione di Early Afternoon, nuovo lavoro discografico del pianista e compositore romano Francesco Venerucci, affiancato dal sassofonista statunitense Dave Liebman. 
 
Sabato 17 febbraio (ore 21 - ingresso 10 euro) al Teatro Paisiello di Lecce concerto di presentazione di Sincretico, nuovo progetto discografico del fisarmonicista e compositore pugliese Vince Abbracciante, affiancato da Nando Di Modugno (chitarra), Giorgio Vendola (contrabbasso) e dagli archi dell’Alkemia Quartet, composto da Marcello De Francesco e Leo Gadaleta (violino), Alfonso Mastrapasqua (viola) e Giovanni Astorino (violoncello). Il concerto è organizzato dall’etichetta discografica salentina Dodicilune, che ha prodotto il disco, distribuito in Italia e all'estero da IRD e nei migliori store digitali, in collaborazione con l'associazione culturale Festinamente e con il sostegno di Carofalo - Agenti di Assicurazione a Lecce dal 1989 - Reale Mutua/Lloyds Open Market Correspondent.
 
Sincretico - un concept album di otto composizioni originali per fisarmonica, chitarra e quintetto d'archi - sfugge a un'unica definizione di genere e rappresenta una sintesi delle esperienze musicali in cui Abbracciante si è misurato nel corso della sua attività artistica. Il jazz, la musica popolare brasiliana, la canzone italiana, il tango, la musica classica, le colonne sonore, la musica balcanica e le collaborazioni in orchestra, confluiscono in un magma emozionale che caratterizza l'intero lavoro. “Vince Abbracciante: è la stella nascente della fisarmonica in Italia, dotato di una tecnica notevole, un senso profondo del blues e dello swing. Padroneggia la fisarmonica come pochi e suona con talento qualsiasi genere musicale”, si legge nel Dizionario del Jazz Italiano di Flavio Caprera (Feltrinelli, 2014). “Sincretico” apre le porte di un mondo sonoro caleidoscopico e appassionante. "Un melting pot di suggestioni e atmosfere "mediterranee". Spinto, audace, magnetico, materico, che sconfina. Si vola da un’idea all’altra, in una tensione permanente, che continua ad avvertirsi anche nella distensione elegante dei temi. È un viaggio senza meta, una corsa verso la luce, che intriga, appassiona e coinvolge, in tutta la sua fisicità", sottolinea Eliana Augusti.
 
“Chi più mi ha impressionato è un giovane italiano, originario della Puglia: si chiama Vincenzo Abbracciante. In ogni brano mi ha imbarcato in una storia e commosso”, disse di lui Richard Galliano (Jazzman, 2005). Classe 1983, originario di Ostuni, Vince Abbracciante, a otto anni intraprende gli studi musicali con il padre Franco e con Annibale Sanese. Diplomato in musica jazz al Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli sotto la guida di Gianni Lenoci e laureato in fisarmonica classica con lode e menzione speciale al Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera con Gian Vito Tannoia, ha frequentato master class, seminari, corsi con Franco D’Andrea, Bruno Tommaso, Richard Galliano, Joelle Leandre, Steve Potts, Roberto Gatto, Dado Moroni, Jacques Mornet, Rosario Giuliani. Dal 2000 è testimonial delle fisarmoniche Borsini di Castelfidardo. Si è esibito in festival e jazz club in tutto il mondo suonando con numerosi musicisti (Juini Booth, John Medeski, Richard Galliano, Marc Ribot, Javier Girotto, Gabriele Mirabassi, Flavio Boltro, Carlo Actis Dato, Lucio Dalla, Ornella Vanoni, Jenny B, Heidi Vogel). Nel 2006 si avvicina alle tastiere vintage, come l’organo Hammond, Farfisa, Rhodes dando sfogo alla sua vena creativa e psichedelica. Nel 2009 progetta insieme a Carlo Borsini un nuovo sistema per il cambio dei registri della fisarmonica, che permette di ampliare la gamma sonora del suo strumento. Ha scritto colonne sonore per i film del regista Gianni Torres e ha pubblicato vari cd con The Bumps (Davide Penta & Antonio Di Lorenzo) e con Giuseppe Delre (Different Moods, 2011), Paola Arnesano (Tango!, 2012 e MPB, Dodicilune 2017) e Alessandro Palmitessa (Duobanda, 2014). Nel 2012 è uscito anche “Introducing”, nel quale è affiancato tra gli altri da Juini Booth e Roberto Ottaviano. Nella sua carriera ha conquistato numerosi premi nazionali e internazionali.
 
Sabato 10 marzo (ore 21 - ingresso 15 euro) sempre al Paisiello, la Dodicilune ospiterà anche la presentazione di Early Afternoon, nuovo lavoro discografico del pianista e compositore romano Francesco Venerucci, affiancato dal sassofonista statunitense Dave Liebman. Se nel lavoro discografico precedente Tango Fugato (Dodicilune, 2007), Venerucci aveva dato prova di una sapiente tecnica di scrittura musicale per ensemble, in Early Afternoon l’artista ci conduce nell’universo del “piano solo”. Nella continua e incessante ricerca della sintesi stilistica tra linguaggi musicali, Venerucci trasferisce la densità armonica e la stratificazione polifonica sulla superficie della tastiera, nel solco della tradizione tracciata da Duke Ellington, Bill Evans e Paul Bley; fino a John Taylor e Richie Beirach. L’album traduce al meglio la complessa personalità di Venerucci in grado di combinare classico e jazz con vivacità compositiva. Pianista eclettico, accoglie nel suo lessico musicale figurazioni che rimandano ora alla spazialità cosmica di Skrjabin, ora al post romanticismo di Rachmaninov, ora alle sinuosità puntiformi di Debussy. I fraseggi frammentati, i colori decisi e le poliritmie a perdersi definiscono la cantabilità personale di ogni singolo brano. La voce del Sax Soprano di Dave Liebman s’innesta ora quieta ora ispida sui paesaggi compiuti di Venerucci, quasi incisi nel silenzio. Un dono di dolcezza e carattere che impreziosisce l’album.
 
L’etichetta salentina Dodicilune è attiva dal 1996. Dispone di un catalogo di circa 250 produzioni di artisti italiani e stranieri, ed è distribuita in Italia e all'estero da IRD presso 400 punti vendita tra negozi di dischi, Feltrinelli, Fnac, Ricordi, Messaggerie, Melbookstore. I dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online (Amazon, Ibs, LaFeltrinelli, Jazzos) o scaricati in formato liquido su 56 tra le maggiori piattaforme del mondo (iTunes, Napster, Fnacmusic, Virginmega, Deezer, eMusic, RossoAlice, LastFm, Amazon, etc).
 
Info e catalogo su www.dodiciluneshop.it
 
Dodicilune - Edizioni Discografiche & Musicali
 
Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy