La Cantiga de la Serena in tour in Francia con il sostegno di Puglia Sounds Export 2019

Home » Il disco del mese »

La Cantiga de la Serena in tour in Francia con il sostegno di Puglia Sounds Export 2019

Dal 27 al 29 settembre 2019

24/09/19
La Cantiga de la Serena in tour in Francia con il sostegno di Puglia Sounds Export 2019
 
PROSEGUE IN FRANCIA, GRAZIE AL SOSTEGNO DI PUGLIA SOUNDS EXPORT, IL TOUR DI PRESENTAZIONE DEL CD "LA FORTUNA" DEL TRIO LA CANTIGA DE LA SERENA
 
Dal 27 al 29 settembre approda in Francia, grazie al sostegno di Puglia Sounds Export 2019, il tour di presentazione de "La Fortuna", progetto discografico de La Cantiga de la Serena, prodotto da Dodicilune nella collana Fonosfere e distribuito in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store on line da Believe Digital. Il trio pugliese, composto da Fabrizio Piepoli (voce, santur, chitarra, shruti box, percussioni), Giorgia Santoro (flauto, flauto basso, bansuri, xiao, tin whistle, scacciapensieri, cimbali) e Adolfo La Volpe (oud, cetra corsa, chitarra portoghese, bouzouki irlandese, saz, laud, armonium indiano, glockenspiel) si esibirà al Lieu-dit Le Trouillet di Alboussière (27 settembre - ore 20), Le Mas du Sauvage di Saint-Laurent-des-Arbres (28 settembre - ore 20) e al Temple di Desaignes (29 settembre - ore 18).
 
La Cantiga de la Serena propone una raccolta di canti della tradizione popolare pugliese dal Salento al Gargano (ninnananne, tarantelle, pizziche) accostati ad antiche cantighe e romanze sefardite (espressione della cultura degli ebrei spagnoli) e splendide melodie delle tradizioni provenzale, arabo-andalusa e irlandese, antichi canti di gioia, di preghiera e d’amore Su YouTube è disponibile il videoclip, firmato dal regista Giuseppe Pezzulla con la fotografia di Guglielmo Bianchi del brano "Pi ‘mà ‘sta donni", una tarantella del Gargano composta da Andrea Sacco. La Fortuna è un viaggio millenario nella musica del Mediterraneo, vero e proprio ponte culturale tra Oriente ed Occidente, tra i ritmi ipnotici ed incantatori della tarantella del sud Italia, le ammalianti melodie ebraiche, i tempi dispari della musica mediorientale e balcanica. Musiche che celebrano semplicemente la vita quotidiana. Un esempio importante di come diverse culture e religioni possano convivere pacificamente e sopravvivere nei secoli attraverso l’esperienza musicale, ed al tempo stesso la testimonianza di un'epoca in cui le tradizioni culturali appartenenti a popoli differenti si mescolavano ed arricchivano a vicenda in maniera naturale. L’etichetta Dodicilune, fondata e guidata da Gabriele Rampino (direttore artistico) e Maurizio Bizzochetti (label manager) è attiva dal 1996 e dispone di un catalogo di oltre 250 produzioni di artisti italiani e stranieri. Distribuiti nei negozi in Italia e all'estero da IRD, i dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online, ascoltati e scaricati su una cinquantina tra le maggiori piattaforme del mondo grazie a Believe Digital.
 
 
Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy