VENERDÌ 10 MAGGIO IL FESTIVAL SEGNALI DI MILANO OSPITA IN ANTEPRIMA - MATTIA E IL NONNO -

Home » A teatro con Leucaweb »

VENERDÌ 10 MAGGIO IL FESTIVAL SEGNALI DI MILANO OSPITA IN ANTEPRIMA - MATTIA E IL NONNO -

CREAZIONE DELLA COMPAGNIA SALENTINA FACTORY CON IPPOLITO CHIARELLO

09/05/19
VENERDÌ  10 MAGGIO IL FESTIVAL SEGNALI DI MILANO OSPITA IN ANTEPRIMA - MATTIA E IL NONNO -
 
VENERDÌ  10 MAGGIO IL FESTIVAL SEGNALI DI MILANO OSPITA IN ANTEPRIMA "MATTIA E IL NONNO", NUOVA CREAZIONE DELLA COMPAGNIA SALENTINA FACTORY CON IPPOLITO CHIARELLO, ADATTAMENTO DEL ROMANZO DI ROBERTO PIUMINI PER LA REGIA DI TONIO DE NITTO 
 
Venerdì 10 maggio alle 11:30 al Teatro Munari di Milano, la trentesima edizione del festival Segnali, una tra le più grandi vetrine nazionali di teatro ragazzi, ospita in anteprima Mattia e il nonno, la nuova creazione tout public della compagnia salentina Factory compagnia transadriatica, coprodotto con Fondazione Sipario Toscana onlus in collaborazione con Nasca Teatri di Terra. Lo spettacolo, tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Piumini (Einaudi Ragazzi) con adattamento e regia di Tonio De Nitto, vedrà in scena Ippolito Chiarello con musiche originali di Paolo Coletta, costumi di Lapi Lou, luci di Davide Arsenio, tecnica a cura di Matteo Santese e organizzazione di Francesca D’ippolito.
 
Mattia e il nonno è un piccolo capolavoro scritto da Roberto Piumini, uno degli autori italiani più apprezzati della letteratura per l’infanzia.  In una lunga e inaspettata passeggiata, che ha la dimensione forse di un sogno, nonno e nipote si preparano al distacco, a guardare il mondo, a scoprire luoghi misteriosi agli occhi di un bambino, costellati di incontri magici e piccole avventure pescate tra i ricordi per scoprire, alla fine, che non basta desiderare per ottenere qualcosa, ma bisogna provare e soprattutto non smettere mai di cercare. In questo delicato passaggio di consegne il nonno insegna a Mattia, giocando con lui, a capire le regole che governano l’animo umano e come si può fare a rimanere vivi nel cuore di chi si ama. Una tenerezza infinita è alla base di questo straordinario racconto scritto con dolcezza e grande onirismo. Un lavoro che ci insegna con gli occhi innocenti di un bambino e la saggezza di un nonno a vivere la perdita come trasformazione e a comprendere il ciclo della vita. È un farmaco questo racconto, uno di quelli che noi adulti, avremmo dovuto avere la fortuna di conoscere da piccoli per imparare a recepire la separazione come questo cammino tra nonno e nipote che somiglia a un viaggio che non fa più paura.
 
MATTIA E IL NONNO
di Roberto Piumini
dal romanzo omonimo pubblicato da Einaudi Ragazzi
 
con Ippolito Chiarello
Adattamento e regia Tonio De Nitto
musiche originali Paolo Coletta
Costume Lapi Lou
Luci Davide Arsenio
Tecnico Matteo Santese
Organizzazione Francesca D’ippolito
 
coproduzione 
Factory compagnia transadriatica 
Fondazione Sipario Toscana onlus
in collaborazione con Nasca Teatri di Terra
 
Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy