TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017

Home » A teatro con Leucaweb »

TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017

la Biblioteca Bernardini ospita Maria Grazia Mandruzzato e poi in scena la danza di Claudia Castellucci - Venerdì 8 settembre Convitto Palmieri / Cantieri Teatrali Koreja Lecce

07/09/17
 TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017
 
TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017
 
la Biblioteca Bernardini ospita Maria Grazia Mandruzzato e poi in scena la danza di Claudia Castellucci e un progetto speciale riservato a 7 spettatori fra il mito di Medea, una donna rumena e le vie della prostituzione
 
 
Venerdì 8 settembre
Convitto Palmieri / Cantieri Teatrali Koreja
 Lecce
                       
                               
Venerdì 8 settembre seconda giornata per il Festival ALLE RADICI DEI GESTI - TEATRO DEI LUOGHI//FINETERRA, un progetto di Teatro Koreja e Provincia di Lecce.
 
Due gli spettacoli presso il Convitto Palmieri, meraviglioso spazio restituito alla città di Lecce dopo un lungo periodo di demolizioni e ricostruzioni. Il Convitto Palmieri, sede di un convento dei Francescani fino al 1810, ospita attualmente la Biblioteca Provinciale Bernardini, quale risultato di un progetto generale di recupero che ha l’obiettivo specifico trasformare l’intera struttura in un grande centro culturale al servizio della città.
 
Appuntamento alle ore 20.30 con Maria Grazia Mandruzzato e I SILLABARI DI GOFFREDO PARISE: brevi racconti, quadri essenziali e dannatamente perfetti, capaci di evocare un intero mondo perduto e di tratteggiare sapientemente, con lievi pennellate, le
fondamenta più profonde dell’essere umano.
 
La serata prosegue alle ore 22.00 con un atteso ritorno a Lecce, quello di Claudia Castellucci storica fondatrice, assieme al fratello Romeo e a Chiara Guidi della Socìetas Raffaello Sanzio.
In scena VERSO LA SPECIE realizzato dalla Scuola Mora di Cesena assieme a Sabina de Giorgi, Erika Schipa, Mariangela My, Camilla Olimpia Isaia Zecca, le allieve selezionate durante il seminario teorico e pratico di movimento ritmico svoltosi a Lecce dal 3 al 7 settembre u.s.
 
L’egemonia della danza proposta è la musica e non il corpo. Non si tratta di espressione corporea, ma di presenza fisica ininterrotta, preparata e decisa ad affrontare il tempo che si manifesta nella musica. Occorre trattare il passato quando questo è già confluito nel presente, ed anche la pausa è un momento responsabile della presenza.
Il movimento principale è una deambulazione corale costruita su alcuni canoni ispirati alla metrica della poesia arcaica greca e al movimento dei cavalli.
La danza è una rivelazione della presenza individuale, la quale si staglia dal, e grazie al, movimento corale.
 
Sempre venerdì 8 settembre ma presso i Cantieri Teatrali Koreja in scena alle 20.30 Teatro dei Borgia con MEDEA PER STRADA, un progetto speciale riservato a 7 spettatori a replica (prenotazione obbligatoria).
 
Il progetto Medea sulle strade d’Italia nasce da un’idea di Gianpiero Borgia, sviluppata poi da Elena Cotugno e Fabrizio Sinisi. Ponendosi nel solco delle libere riscritture del mito di Medea, il lavoro rivela allo spettatore la tragedia dello straniero con la forza del mito greco. Si racconta la storia di una giovane migrante, scappata dal proprio paese, arrivata in Italia e finita a prostituirsi per amore di un uomo da cui si crede ricambiata e da cui ha due figli. Un lavoro esperienziale che invita il pubblico, sette spettatori per volta, a salire su un vecchio Iveco Daily e percorrere un itinerario assieme a una donna rumena. È una madre, una straniera, la chiamano Medea. 
 
Cantieri Teatrali Koreja - Lecce
www.teatrokoreja.it 
 

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy