TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017 giornata dedicata al teatro sostenibile

Home » A teatro con Leucaweb »

TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017 giornata dedicata al teatro sostenibile

Martedì 12 settembre Convitto Palmieri / Cantieri Teatrali Koreja/Masseria Sant’Angelo - Lecce

11/09/17
 TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017   giornata dedicata al teatro sostenibile
 
TEATRO DEI LUOGHI // FINETERRA 2017
 
 
giornata dedicata al teatro sostenibile con il
Walkabout nel centro storico di Lecce, Il Pasto della Tarantola e il cous cous del Teatro delle Ariette
 
prosegue Medea per Strada
 
 
Martedì 12 settembre
 Convitto Palmieri / Cantieri Teatrali Koreja/
Masseria Sant’Angelo - Lecce
                       
                               
                       
 Prosegue con una giornata ricca di spettacoli ALLE RADICI DEI GESTI - TEATRO DEI LUOGHI//FINETERRA, un progetto di Teatro Koreja e Provincia di Lecce.
 
Martedì 12 settembre presso il Convitto Palmieri MEMORIE DI PIETRA. SULLE TRACCE DEL TEATRO SOSTENIBILE DI SILVIO PANINI-KOINÈ, una giornata sulla memoria dell’avanguardia, dedicata a Silvio Panini, maestro del teatro sostenibile.
Appuntamento alle ore 21.00 con Carlo Infante - Urban Experience per il Walkabout Memorie di pietra, esplorazione partecipata nel centro storico di Lecce, per una conversazione nomade (con sistemi whisper-radio) che rifletterà sullo sguardo condiviso del barocco che è dentro e fuori di noi e nella pietra dell’architettura salentina. Un’occasione per misurarci, sul campo, con la sapienza teatrale di Silvio Panini (Koinè) che ha inventato delle modalità di performing media per orientare lo sguardo verso la ricerca della sostenibilità.
La serata  prosegue alle ore 22.00 con LA SPLENDIDA LEZIONE DI SILVIO PANINI: era il 1988, non esisteva neanche la parola crossmedia, ma il festival Scenari dell’Immateriale a Narni era già un avamposto delle nuove culture multimediali emergenti, non solo in Italia. In questo contesto con Silvio Panini e la Koinè si realizzò Memoria di Pietra nella Rocca Albornoz, un happening itinerante che mixò videoteatro e radiofonia sperimentale in un evento memorabile da cui scaturisce in concetto di performing media. Nell’incontro si ripercorrerà l’esperienza apripista di Silvio Panini nel coniugare teatro, media e pensiero della complessità.
 
Contemporaneamente, presso i Cantieri Koreja, con tre repliche a partire dalle ore 20.00 (seconda replica ore 21.00 terza ore 22.00)  in scena IL PASTO DELLA TARANTOLA, degustazione teatralizzata di prodotti tipici salentini uno spettacolo di Koreja proprio con la regia di Silvio Panini e Paolo Pagliani. L’allestimento dello spettacolo è costituito da una serie di postazioni per una degustazione individuale guidata;
attraverso un ascolto in cuffia le attrici-cameriere accompagneranno lo spettatore-avventore alla scoperta dei sapori salentini. Sarà possibile degustare mùscari, scapèce, pomodori secchi sott’olio, africani e vino negroamaro, tutti sapori da cui emerge la luce riverberante del Salento e la pietra tenera degli edifici barocchi. Insomma cultura e colture, saperi e sapori uniti da un unico respiro che alimenta il miracolo di un territorio, il Salento, ricco di tradizione e di futuro. 30 SPETTATORI A REPLICA. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
 
 
Alle ore 21.30 ritrovo presso la Masseria Sant’Angelo in Via Brizio Elia a Lecce con il Teatro delle Ariette e TEATRO NATURALE? IO, IL COUSCOUS E ALBERT CAMUS. Una piccola odissea personale fatta di incontri, di scoperte, di sconfitte e di viaggi, da Bologna alla Francia e dalla Francia al Mediterraneo e poi Spagna e Algeria all’inseguimento dell’amore. La scoperta de Lo straniero di Albert Camus, e l’eterno conflitto tra uomo naturale e uomo sociale. In questo spettacolo si intrecciano e si confondono il passato e il presente. E poi, si prepara couscous. Perché, in fondo, pasta e couscous sono la stessa cosa: sapori della memoria di un’esperienza che vivono nel presente. Forse, prima di nascere, Stefano delle Ariette ha passato qualche tempo in Algeria. Forse, in un’altra vita. Perché il tempo non passa. Siamo noi che passiamo. 60 SPETTATORI A REPLICA. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
 
Presso i Cantieri Teatrali Koreja alle ore 20.30 prosegue MEDEA PER STRADA, un progetto speciale riservato a 7 spettatori a replica (prenotazione obbligatoria).
Un lavoro esperienziale che invita il pubblico, sette spettatori per volta, a salire su un vecchio Iveco Daily e percorrere un itinerario assieme a una donna rumena. È una madre, una straniera, la chiamano Medea.
 
www.teatrokoreja.it 

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy