HUBU RE IN SCENA PER LA PRIMA VOLTA A BITONTO

Home » A teatro con Leucaweb »

HUBU RE IN SCENA PER LA PRIMA VOLTA A BITONTO

Martedì 24 settembre - ore 20 Teatro Traetta - Bitonto (Ba) Ingresso libero

23/09/19
 HUBU RE IN SCENA PER LA PRIMA VOLTA A BITONTO
 
Martedì 24 settembre - ore 20
Teatro Traetta - Bitonto (Ba)
Ingresso libero
Info e prenotazioni 0803742636
 
HUBU RE IN SCENA PER LA PRIMA VOLTA A BITONTO
 
Un nuovo spettacolo per Factory Compagnia Transadriatica diretto da Tonio De Nitto debutta martedì 24 settembre sul palco del Teatro Traetta. Finanziato dal Progetto Cross the Cap, nell'ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020, lo spettacolo che ruota attorno all'Ubu Re, capolavoro di Alfred Jarry, è il risultato finale di un percorso di formazione teatrale e scenografico svolto nei mesi scorsi, che ha coinvolto un gruppo di 12 giovani in condizioni di disabilità e non (residenti in Puglia e nella Grecia Occidentale). Sabato 28 settembre (ore 20:30) si replica nel centro culturale di Amaliada (comune di Ilida) in Grecia per celebrare la Giornata Europea della Cooperazione.
 
Martedì 24 settembre (ore 20 - ingresso gratuito - info e prenotazioni 0803742636) al Teatro Traetta di Bitonto, in provincia di Bari, in scena lo spettacolo transfrontaliero "Hubu Re", una produzione di Factory compagnia transadriatica diretta dal regista leccese Tonio De Nitto, finanziato dal Progetto Cross the Cap, nell'ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020. Risultato finale di un percorso di formazione teatrale e scenografico svolto nei mesi scorsi, che ha coinvolto un gruppo di 12 giovani in condizioni di disabilità e non(residenti in Puglia e nella Grecia Occidentale), sabato 28 settembre (ore 20:30) lo spettacolo sarà in replica nel centro culturale di Amaliada (comune di Ilida) in Grecia per celebrare la Giornata Europea della Cooperazione.
 
Guidato dal regista Tonio De Nitto e dall'attore Fabio Tinella, lo spettacolo è la testimonianza del processo di integrazione e affiatamento che il gruppo ha raggiunto durante il periodo di creazione, nel dare il meglio di se stessi, nel riuscire a superare con tenacia e disciplina piccoli ostacoli quotidiani, umani, artistici e culturali. La sfida più grande è stata quella di far vivere ai partecipanti un processo artistico di creazione professionale dove ognuno con le sue possibilità è diventato un tassello fondamentale di questo affresco corale onirico e grottesco che restituisce la magia di un incontro speciale. Lo spettacolo ruota attorno al capolavoro di Alfred Jarry Ubu RE che in questa occasione viene ribattezzato Hubu Re a rimandare la presenza e il valore della disabilità (designata nell’immaginario comune con la lettera H). In scena si attraversa un classico del teatro scritto da un ragazzino, Jarry, che tra i banchi del liceo aveva iniziato a immaginare le prime avventure di Ubu, ritraendo in questa maschera distorta, il mondo degli adulti e dei borghesi e, a guardarla bene, il ritratto di uno dei suoi professori di cui si prendeva gioco.
 
Negli ultimi anni la compagnia Factory ha realizzato o preso parte a numerosi progetti con forte valore sociale come Iociprovo, compagnia teatrale nata all'interno della Casa Circondariale di Borgo San Nicola con il coordinamento di Paola Leone; "La Répétition - Orchestra senza confini" nelle Manifatture Knos con il coordinamento di Claudio Prima e Giovanni Martella per far incontrare musica e musicisti del West Africa e del Salento; “Giallo, rosso e blu – I bambini colorano Borgo San Nicola”, progetto dell’associazione culturale Fermenti Lattici per realizzare nel carcere di Lecce un sistema di accoglienza per i bambini in visita ai genitori detenuti; "Operazione Robin Hood" del festival Kids per favorire l’ingresso ai luoghi di spettacolo a tutti i bambini meno fortunati e alle loro famiglie. Da non dimenticare il grande successo internazionale dello spettacolo "Diario di un brutto anatroccolo", in coproduzione con la modenese Tir Danza e Fondazione Sipario Toscana, sempre per la regia di Tonio De Nitto e la collaborazione al movimento coreografico di Annamaria De Filippi, con Francesca De Pasquale, l'anatroccolo-cigno protagonista.
 
“La Cooperazione con gli altri paesi dell’Unione Europea è un’importante occasione di crescita per il nostro territorio. La Grecia e la Puglia da oltre 30 anni collaborano attraverso il Programma Grecia-Italia per condividere progetti di sviluppo congiunto”, ha commentato Domenico Laforgia, Direttore ad interim del Coordinamento Politiche Internazionali di Regione Puglia. "Migliorare la vita dei cittadini, favorire la competitività delle imprese e supportare le istituzioni locali sono solo alcuni degli obiettivi ambiziosi che il Programma cerca di perseguire con la sua attività e grazie ai finanziamenti europei”.
 
L’obiettivo principale del progetto Cross the Gap è favorire l’accessibilità ai siti archeologici ed ai luoghi della cultura, includendo cittadini con disabilità e con bisogni speciali. Questo obiettivo si raggiunge attraverso interventi infrastrutturali e la demolizione di barriere ed ostacoli al libero movimento dei visitatori e attraverso la creazione di tour virtuali, che utilizzano la realtà aumentata come strumento per coinvolgere un maggiore numero di visitatori. Il Comune di Bitonto è capofila del partenariato di progetto, composto dal Comune di Lecce, da Factory Compagnia Transadriatica di Lecce, dalla Regione della Grecia Occidentale e dal Comune di Termo. Partner Associato l’Eforato delle Antichità dell’Ilia.
 
La Giornata Europea della Cooperazione è un’iniziativa promossa dall’Unione Europea, il 21 Settembre di ogni anno, per riflettere e dare evidenza ai risultati raggiunti dai 72 Programmi di cooperazione territoriale finanziati in tutto il territorio dell’Unione. Con il motto “L’Europa sei tu”, si celebra il lavoro di cooperazione svolto tra la Puglia e la Grecia, che insieme affrontano le comuni sfide dello sviluppo del territorio come il cambiamento climatico, l’inclusione sociale e l’immigrazione. La Giornata Europea della Cooperazione è coordinata dal Programma Interact con il supporto dell’Unione Europea e co-finanziata dal Fesr, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. www.greece-italy.eu
               
Il Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020, con una dotazione finanziaria di euro 123.176.896, è un programma bilaterale di cooperazione transfrontaliera, co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dai due stati membri (Italia e Grecia) con una quota nazionale del 15%. Il Programma ha come obiettivo principale la definizione di una strategia di crescita transfrontaliera tra la Puglia e la Grecia, finalizzata allo sviluppo di un’economia dinamica basata su sistemi smart, sostenibili e inclusivi per migliorare la qualità della vita dei cittadini di queste regioni.
 
Regione Puglia - Joint Secretariat Communication Officer
 
Ufficio stampa Factory Compagnia Transadriatica
Società Cooperativa Coolclub

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere un commento? Clicca qui
Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy