DISINFORMAZIA. LA COMUNICAZIONE AL TEMPO DEI SOCIAL

Home » Eventi e manifestazioni »

DISINFORMAZIA. LA COMUNICAZIONE AL TEMPO DEI SOCIAL

12/02/18
 
venerdì 16 febbraio - ore 19
 Crocevia - Via Silvio Pellico, Lecce
Ingresso libero
Info 3394313397 - info@iononlhointerrotta.com
 
DISINFORMAZIA. LA COMUNICAZIONE
AL TEMPO DEI SOCIAL
 
Francesco Nicodemo, esperto di comunicazione e innovazione digitale, a lungo consigliere alla comunicazione di Matteo Renzi e di Palazzo Chigi, è il protagonista del nuovo appuntamento della rassegna "Votarti m'affatica. Le parole della scelta. La scelta delle parole". Tra gli ospiti dei prossimi appuntamenti Bruno Mastroianni, Vera Gheno e Marco Montanaro.
 
Venerdì 16 febbraio al Crocevia di Lecce prosegue la rassegna "Votarti m'affatica. Le parole della scelta. La scelta delle parole". Dalle 19 (ingresso libero) Francesco Nicodemo, esperto di comunicazione e innovazione digitale, a lungo consigliere di Matteo Renzi, responsabile nazionale della comunicazione del Pd tra il 2013 e il 2014 e già nello staff del Presidente del Consiglio, presenterà - sollecitato dalle domande del giornalista Francesco Gioffredi (Nuovo Quotidiano di Puglia) - “Disinformazia. La comunicazione al tempo dei social” (Marsilio). Dodici anni fa «Time» incoronò persona dell’anno «You»: «You control the Information Age. Welcome to your world» si leggeva in copertina. Ma è davvero così? Siamo noi a controllare l’informazione grazie alla rete? A ben vedere, il «rumore di fondo» ha preso il sopravvento, disorienta i cittadini e ne influenza le decisioni. Vaccinare i propri figli, iniziare una terapia medica, fidarsi della scienza o lasciare che si insinui il dubbio, mettendo in discussione certezze ormai acquisite? E come agire da elettori consapevoli? È possibile operare una scelta ponderata sottoposti come siamo al fuoco di fila di notizie inesatte, falsi allarmismi, parole di odio? Francesco Nicodemo prova a smascherare in questo libro le distorsioni che agiscono sulla nostra percezione della realtà. In ballo vi è la vittoria tra due visioni contrapposte: un mondo ripiegato su se stesso e sulle sue paure, che propone ricette anacronistiche a problemi sempre nuovi, e uno aperto, ottimista, orientato al progresso. Sullo sfondo, una profonda convinzione: la risposta più decisa deve arrivare dalla politica. In che modo? «Coinvolgendo, dialogando, usando in maniera costruttiva le potenzialità offerte dal digitale, facendo sentire ciascuno protagonista di un progetto comune».
 
La rassegna, curata dal giornalista Pierpaolo Lala e organizzata da Conversazioni sul futuro, Io non l’ho interrotta e Coolclub, proseguirà sabato 24 febbraio (ore 19 - ingresso libero) alle Officine Culturali Ergot con il giornalista Bruno Mastroianni e la sociolinguista e responsabile del profilo Twitter dell'Accademia della Crusca Vera Gheno che illustreranno le "regole" de "La disputa felice. Dissentire senza litigare sui social network, sui media e in pubblico" (Franco Cesati Editore). La svolta epocale provocata dalle tecnologie digitali è stata quella di mettere tutti in una condizione di costante confronto. Sui social network diversi mondi – culturali, sociali, religiosi – si incontrano ogni giorno, senza mediazioni e senza filtri. La diversità, che prima era un’ esperienza specifica nella vita, è diventata un aspetto ordinario della realtà. È questa la radice dell’ ostilità online e di quel senso di polarizzazione e contrapposizione che sembra inquinare stabilmente il discorso pubblico. Grazie al web tutti – volenti o nolenti – ci siamo avvicinati, ma questo non ci ha reso automaticamente dei “buoni vicini”: è qualcosa che dobbiamo conquistare giorno per giorno. Questo testo nasce da una necessità: non impariamo mai a confrontarci efficacemente con il diverso da noi. Non lo studiamo a scuola. Non è detto che ne facciamo esperienza in famiglia. Nei nostri contesti sociali spesso non ne abbiamo occasione. Qualcuno lo impara per professione. Eppure tutti, da quando abbiamo uno smartphone in mano, siamo gettati nel dibattito pubblico, a discutere di temi cruciali per la nostra esistenza, in mezzo ad altri anche molto distanti da noi. Con l’aiuto dei migliori principi della retorica, del media training e della comunicazione di crisi, in questo testo si offre una guida sintetica per imparare a sostenere il proprio punto di vista davanti all’altro che non è d’accordo, senza litigare, ma provandovi gusto e soddisfazione. È la disputa felice.
 
Giovedì 1 marzo (ore 19 - ingresso libero) alle Ergot ultimo appuntamento con il curatore della rassegna Pierpaolo Lala e lo scrittore Marco Montanaro, che da diversi anni si occupa di scritture e comunicazione per enti pubblici e aziende, che condurranno una serata con vari ospiti per commentare la campagna elettorale e le sue parole chiave.
 
Ingresso libero
 info@iononlhointerrotta.com
 
Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub

Leuca Web - È vietata la riproduzione dei contenuti di questo sito - Cookies Policy